DOC 24, dottori a portata di smartphone e webcam

Servizio aperto ai privati, ma anche alle aziende che vogliono fornire un benefit etico ai propri dipendenti

DOC 24, dottori a portata di smartphone e webcam

Lavoro, studio e medicina. Sono tre ambiti in cui, in questi mesi di pandemia da Covid-19, le tecnologie digitali si stanno rivelando estremamente utili per ovviare al problema dell'isolamento sociale. La telemedicina - in quanto disciplina che consente agli operatori sanitari di valutare, diagnosticare e curare i pazienti da remoto - in questo momento ha iniziato a essere ulteriormente valorizzata.

Ne sappiamo qualcosa anche in Italia, dove non sono mancati negli anni passati pionieri in questa materia e dove la ricerca e lo sviluppo di soluzioni per garantire l'assistenza medica a distanza sono un fiore all'occhiello. Tra i primi a occuparsene, con un'attenzione particolare alle esigenze delle persone che si trovano a casa o in viaggio, è stato l'ingegner Gualtiero Ventura, fondatore nel 1987 della società Filo Diretto e attuale presidente di International Care Company. Una summa dell'esperienza trentennale delle aziende da lui fondate si ritrova oggi nell'innovativo ma collaudato servizio DOC24.

Che cosa caratterizza un prodotto di questo tipo? Prima di parlare di tecnologie supportate e di specifiche servizi inclusi, è opportuno sottolineare l'importanza del pilastro fondamentale di un servizio medico a distanza: la Centrale Operativa. La Centrale Operativa di DOC24 può fare affidamento su 40 operatori e 25 dottori multilingue. In un anno la struttura ha gestito in modo ottimale circa 400mila chiamate in entrata e in uscita. Il tempo medio di risposta è pari a 6,9 secondi, mentre nel 97% dei casi per cui era opportuno, DOC24 è in grado di attivare un soccorso in meno di 30 minuti. In questo specifico momento, il personale medico è costantemente aggiornato anche per fornire consigli su come evitare il contagio da coronavirus e su come comportarsi in accordo con i protocolli di emergenza attivati.

Il pacchetto di assistenza base prevede il consulto medico e specialistico H24 tutti i giorni della settimana. Lo stesso vale per il telemonitoraggio di parametri medici grazie alla connessione con i sistemi informatici di ICC di diversi tipi di dispositivi, dallo smartphone o lo smartwatch dotati di applicazioni per il monitoraggio delle attività fisiche e di alcuni parametri legati alla salute, a sensori di natura più specificatamente medicale come il saturimetro di cui sentiamo tanto parlare. Al rilevamento di anomalie, il sistema invia un alert da remoto alla Centrale Operativa permettendo così alla persona di entrare subito in contatto con un medico.

Tra gli altri servizi, si segnalano una cartella medica multilingue online, la possibilità di trovare le farmacie aperte più vicine al cliente (grazie alla geolocalizzazione dello smartphone), la consegna di farmaci a domicilio, la prenotazione di appuntamenti per visite ed esami nel network di strutture convenzionate. Nelle ultime settimane è stato aggiunto anche il consulto psicologico, disponibile sia via telefono sia in videoconferenza: un valido aiuto per affrontare lo stress dovuto a quello che stiamo vivendo.

I destinatari di un servizio quale DOC24 sono tutti i cittadini, dai giovani attenti al wellness a chi soffre di patologie croniche, dai genitori con figli piccoli (tra gli specialisti consultabili vi sono anche i pediatri) agli anziani, a chi viaggia spesso. Il prodotto, in generale ma ancora di più, può interessare dal singolo all'azienda che intende fornire un benefit etico e sociale ai propri collaboratori o clienti, alle istituzioni e agli enti. Per venire incontro alle esigenze contingenti della pandemia e del lockdown per il Covid-19, ma anche per arricchire e modernizzare i propri servizi in prospettiva futura.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento