I sali minerali che aumentano le difese immunitarie

In inverno si sente la maggiore esigenza di assumere i sali minerali. Sono preziosi per incrementare le nostre difese immunitarie e combattere l’attacco dei virus e batteri di questa stagione

L’inverno è la stagione in cui abbiamo bisogno di proteggere il nostro corpo dall’attacco di batteri e virus con i sali minerali.

Il suo clima particolarmente rigido favorisce infatti i disturbi di origine virale e batterica. L’organismo ne risulta più vulnerabile. Di conseguenza è importante rafforzare efficacemente le nostre difese immunitarie. I sali minerali si apportano con un’alimentazione sana ed equilibrata o con l’utilizzo di integratori alimentari associati ad essa. Ecco quelli maggiormente utili in questo periodo:

- I sali di Schussler in caso di febbre: sono 12 e possono essere assunti periodicamente per mantenere la giusta quantità di sali minerali nell’organismo. Quelli più indicati per questa stagione sono Natrium Sulfuricum, Ferrum phosphoricum, Kalium chloratum e Calcium phosphoricum. Sono efficaci per stimolare le sostanze già presenti a livello cellulare. Migliorano il loro assorbimento attraverso l’alimentazione. Combattono la stanchezza tipica dei periodi di convalescenza e i cali di difese. Il Ferrum phosphoricum in particolare è l’antinfiammatorio per eccellenza in caso di stati febbrili lievi o in caso di bronchiti e sinusiti. Il Kalium chloratum invece favorisce l’eliminazione del catarro e del muco in eccesso. Infine il Calcium phosphoricum si rivela prezioso per accelerare la convalescenza;

- Zinco per contrastare il raffreddore: blocca la proliferazione del Rhinovirus, il virus responsabile del raffreddore e delle faringiti. Per favorirne l’assorbimento si consiglia il consumo di semi di zucca e diminuire quello dei latticini;

- Ferro per scongiurare il calo di energia: per aumentarne la biodisponibilità è importante introdurre nella dieta i legumi che ne sono ricchi. Preziose sono le lenticchie, le verdure a foglia verde e il topinambur. Non bisogna dimenticare che la vitamina C ne favorisce l’assorbimento. Attenzione al consumo di tè e caffè che invece lo inibiscono;

- Selenio alleato del sistema immunitario: per incrementarlo si consiglia di mangiare le uova fino a 3-4 alla settimana. Ottime come spuntino spezza fame è la frutta secca. Da mangiare fino a tre volte alla settimana;

- Calcio e Manganese per rafforzare le ossa: per il benessere delle ossa è fondamentale assicurarsi una buona dose calcio. Si consiglia il consumo di broccoli, fagioli cannellini. Sono ricchi di calcio e vitamina K. Utile per la salute di ossa e la salute delle cartilagini è il manganese. Quest’ultimo è presente nelle patate dolci, nei frutti di mare, in cereali e germe di grano. In caso di giunture infiammate o di artrosi, questo sale minerale va combinato con la condroitina. È un integratore che serve a rigenerare le giunture ed è indicato particolarmente in caso di patologie infiammatorie come l’osteoartrite che in inverno diventa più acuta.