Come perdere i chili di troppo con la detox water

Direttamente dagli Usa arriva un nuovo trend salutare, quello della “detox water”. È una bevanda dissetante e depurativa che consente di perdere efficacemente i chili di troppo e potenzia il sistema immunitario

Arriva direttamente dagli Usa, una nuova tendenza per dimagrire efficacemente, la “detox water”.

Letteralmente questo nome significa “acqua depurativa”. Infatti non è altro che una bevanda rinfrescante e dissetante che si prepara mettendo in infusione frutta e verdura per una notte in frigorifero. Questa bevanda benefica contiene proprietà organolettiche diverse in base agli ingredienti che si scelgono per la preparazione. È un valido aiuto per stimolare la diuresi, mantenere la pelle idratata, tonica ed elastica e aumentare le difese immunitarie. Inoltre consente anche di potenziare le capacità cognitive. Utile anche per disintossicare l’organismo dopo le abbuffate, se si ha la pancia gonfia o se si soffre di stipsi.

Ormai è diventato il trend salutare di numerosi guru del benessere. Da qualche anno è diffuso anche nel nostro Paese. La detox water va sorseggiata durante tutto il giorno, soprattutto se si è a stomaco vuoto. Prepararla è semplicissimo. Per sfruttare al massimo le sue proprietà della occorre scegliere ingredienti biologici, non trattati e possibilmente di stagione. La versione più diffusa è quella a base di limone, cetriolo, zenzero e menta. Questo è un mix di ingredienti che fa perdere in poco tempo i chili di troppo. Inoltre disseta al meglio durante la stagione estiva. Di fatti il limone contiene la pepsina, una sostanza che aiuta a bruciare i grassi e ad attivare il metabolismo. Invece il cetriolo e lo zenzero eliminano i liquidi in eccesso. Infine la menta è un prezioso aiuto se si soffre di i gas intestinali.

Secondo gli esperti quando si prepara la dose giornaliera dell’acqua depurativa bisogna prestare attenzione alla disposizione degli ingredienti all’interno del recipiente. Occorre posizionare sul fondo le fette di limone e successivamente quelle di cetriolo, poi a seguire le foglie di menta e lo spicchio di zenzero. Alla fine di questo meticoloso procedimento si può riempire il recipiente con dell’acqua fresca che serve a coprire tutti gli ingredienti utilizzati.

Il tempo ottimale dell’infusione dura circa dodici ore. Ecco perché si consiglia vivamente di prepararla la sera prima per poi poterla gustare piacevolmente durante tutta la giornata seguente. Per quanto riguarda il recipiente si prediligono caraffe o brocche di vetro. Questi materiali infatti permettono di mantenere alla perfezione la temperatura desiderata. Inoltre sono preziosi per preservare gli effetti delle sostanze che si sprigioneranno durante l’infusione. Altro accorgimento è quello di utilizzatore contenitore con tappi, meglio se con chiusura ermetica. In alternativa si può optare alla pellicola trasparente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.