Proprietà e benefici del finocchio: ecco perché mangiarlo

Dal cuore alle ossa, dalla difesa del sistema immunitario alla vista e tanto altro ancora. Tutti i preziosi elementi che fanno del finocchio una verdura da tenere a portata di mano

Proprietà e benefici del finocchio: ecco perché mangiarlo

Dalla consistenza croccante e dal sapore dolciastro, il finocchio si sposa bene con diversi alimenti nelle nostre tavole. Viene usato come antipasto, contorno, ma anche come ingrediente principale nella preparazione di gustosi dessert.

È una verdura invernale che ci tiene compagnia fino alla primavera e che ha tanti preziosi benefici. Povero di calorie, il finocchio è adatto per le diete e aiuta il nostro organismo perché è ricco di antiossodanti, ha proprietà depurative e antinfiammatorie. Questa verdura fa bene allo stomaco, al cuore, alle ossa, alla vista e al sistema immunitario. Ecco tutti i motivi per i quali non farne a meno.

Finocchio, storia e caratteristiche

Appartenente alla famiglia delle Apiaceae, il finocchio è una pianta erbacea di origine mediterranea la cui coltivazione orticola risalirebbe al XVI secolo. In Italia le Regioni di maggiore produzione sono la Calabria, la Campania, le Marche, il Molise, la Puglia e il Lazio. Circa 18mila sono gli ettari dedicati alla coltivazione di questa pianta tipicamente invernale ma che si trova nei banconi dell’ortofrutta anche in estate. La qualità fuori stagione di questa verdura, però, ha tutt’altro sapore e consistenza.

Formato da rametti e foglie verdi tenerissime, quello che si mangia del finocchio è una guaina bianca dolce e croccante chiamata grumolo. Il suo sapore riesce a spezzare i gusti di ciò che si è mangiato fino a poco prima. Proprio per questo motivo in passato veniva offerto dai venditori di vino ai clienti come antipasto allo scopo di ingannare il loro palato e indurli a comprare vini di scarsa qualità. Da qui anche il termine “infinocchiare” come sinonimo di truffare.

Finocchio, le proprietà benefiche

Povero di calorie (31Kcal per ogni 100 grammi), il finocchio ha anche pochi grassi e riesce a saziare. Proprio per questo motivo viene introdotto nelle diete ipocaloriche come spezzafame. Ricco di antiossidanti, ha una buona quantità di fibre, sali minerali e vitamine A, B e C. Proprio la presenza delle fibre favorisce il processo digestivo, previene la formazione dei gas intestinali e favorisce la depurazione dell’intestino, motivo per il quale esistono in commercio diverse tisane al finocchio.

La presenza delle vitamine lo rende una verdura capace di alzare le difese immunitarie e antibatteriche. Per chi soffre di anemia, poi, il finocchio è un valido alleato perché contiene una buona quantità di ferro. La presenza di sali minerali come potassio, fosforo e calcio, fa di questa verdura un’ottima alleata per il rafforzamento e la protezione dell’apparato scheletrico. Povero di grassi e ricco di fibre, aiuta a contrastare il colesterolo cattivo (LDL), mantiene stabile la pressione arteriosa e fa bene anche al cuore e al sistema cardiocircolatorio.

Consumare finocchi aiuta a proteggere la vista grazie alla presenza della vitamina A. Ci sono alcuni casi in cui il finocchio va però evitato: nelle donne in gravidanza e in chi segue particolari terapie farmacologiche.

Finocchio, il suo ruolo nella cosmesi fai-da-te

Non solo una verdura che agisce beneficamente all’interno del nostro corpo, ma anche all’esterno. La presenza della vitamina A, infatti, fa si che il finocchio si presti a dei trattamenti cosmetici che hanno l’effetto di dare al nostro viso splendore e lucentezza. Non è necessario acquistare creme super costose: bastano alcune semplici mosse per creare delle creme fai da te in casa che danno ottimi risultati.

È sufficiente munirsi di un finocchio tagliato a piccoli dadi da mettere a bollire. A fine cottura, aggiungere il succo di mezzo limone e creare un impasto. Quando il composto si sarà raffreddato, allora si potrà procedere con la sua stesura sul viso, tenendolo in posa 15 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida. Un tonico, questo, valido per tutti i tipi di pelle perché aiuta a dare idratazione e lucentezza al viso.

Borse e occhiaie? Ci pensano i semi di finocchio che si possono comprare nelle erboristerie. Si mettono a bollire e, una volta freddi, andranno inseriti dentro a delle garze da adagiare sugli occhi per una decina di minuti. L’effetto sarà subito evidente una volta tolti gli impacchi.

Commenti