Radicchio, ecco perché fa bene all'organismo

Insalata fresca che si presta ad ogni tipo di piatto nelle nostre tavole, il radicchio è anche una preziosa fonte di benessere per il nostro corpo

Radicchio: tutti i motivi per cui fa bene al nostro organismo

Dal sapore amarognolo ma al contempo fresco, dal colore rossiccio e dalla consistenza croccante, il radicchio è un tipo di insalata che si sposa in tanti modi con diversi cibi a tavola. Un ortaggio invernale che si rivela fonte di benefici per il nostro organismo grazie alle sue proprietà antiossidanti, alle sue vitamine, alle fibre e ai sali minerali. Tanti i motivi per i quali non farlo mancare nella nostra alimentazione.

Radicchio, le caratteristiche

Appartenente alla famiglia delle composite (quella cui appartengono anche le cicorie), il radicchio è una verdura tipicamente invernale il cui periodo di raccolta va da ottobre fino alla primavera. Diverse le varietà in cui si presenta: c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Quello maggiormente conosciuto è il radicchio rosso, ma può essere anche di colore bianco o viola pur conservando le stesse proprietà benefiche. Si tratta, inoltre, di una verdura che si presta bene alle diete ipocaloriche perché ha poche calorie: 100 grammi di quantità contiene appena 23Kcal. Ecco in elenco i suoi preziosi componenti: acqua (il 93%), proteine, fibre, zuccheri, grassi, vitamine A-B-C-E-K, magnesio, ferro, potassio, selenio, zinco , rame, manganese. Il suo sapore amarognolo è invece dato dalla presenza di acido cicorico.

I benefici del radicchio

Sono tanti i benefici racchiusi nel radicchio. Partiamo da quelli gastrointestinali: l’acido cicorico ha l’effetto di stimolare la produzione di bile, agevolando il processo digestivo e le attività del fegato. La presenza delle fibre aiuta l’attività intestinale favorendo una maggiore depurazione. La stessa fibra ha anche l’effetto di trattenere gli zuccheri che sono presenti nel sangue mantenendo stabili, di conseguenza, i valori glicemici.

Il radicchio è un ottimo antiossidante e, come tale, contrasta la formazione dei radicali liberi prevenendo l’invecchiamento di cellule e tessuti. Fa bene al cuore, protegge i vasi sanguigni, contrasta la formazione del colesterolo cattivo e dei tumori. La presenza dei sali minerali aiuta a combattere stanchezza, spossatezza e stress fisico-mentale.

Ottima contro l’anemia, questa insalata previene l’osteoporosi e protegge la struttura delle ossa in generale. Le vitamine fanno poi del radicchio un ottimo alleato per l’innalzamento delle difese immunitarie, per la tutela della vista, per la prevenzione della depressione e dell’irritabilità. Dormite poco e siete di cattivo umore? Il radicchio contiene triptofano, precursore della serotonina, e aiuta a combattere l’insonnia.

Radicchio, controindicazioni

Il radicchio è un’insalata dalle tante proprietà benefiche, ciò però non vuol dire che se ne possa consumare a dismisura. Tutte le cose fanno bene se mangiate in maniera moderata. In questo caso, poi, occorre fare delle precisazioni: per chi dovesse soffrire di gastrite, è meglio limitare il consumo di questa verdura: la presenza dell’acido cicorico stimola la secrezione gastrica. È sconsigliato inoltre a chi soffre di calcoli e colecistite.

Commenti