Fiera Milano

Calzature dal Brasile, lo stile che piace

Collettiva di 51 brand brasiliani a theMicam. Sale l'export delle aziende calzaturiere che sono presenti anche nell'Area International Designers

Calzature dal Brasile, lo stile che piace

Moda calzature dal Brasile a Milano: sono 51 i brand brasiliani presenti a theMICAM che si tiene da domenica 31 agosto a mercoledì 3 settembre a Fiera Milano Rho con le collezioni primavera - estate 2015. Collettiva di peso perché l'anticipo delle date rispetto al passato è vista come un'opportunità in più per presentarsi ai buyer e le buone aspettative sono confermate dagli stessi imprenditori, convinti che theMICAM rappresenta anche l'occasione per continuare a negoziare gli accordi già avviati a inizio stagione.

L'ottimismo delle aziende si esprime anche nel debutto del brand Luz da Lua, in cerca di contatti di qualità per creare un nuovo posizionamento sul mercato internazionale. La partecipazione dei brand brasiliani risulta promettente anche in relazione ai dati relativi all’export: nei primi sei mesi del 2014 sono state esportate nel mondo circa 72 milioni di paia di calzature brasiliane, aumentando del 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2013, per un valore di oltre 600 milioni di dollari. In termini di valore, si assiste a un decremento pari al 3,1% dovuto all’effetto di deprezzamento valutario della moneta brasiliana nei confronti del dollaro e dell’euro.

L'export di calzature brasiliane in Italia rappresenta circa l'1,5% del totale per un valore che nei primi sei mesi del 2014 ha raggiunto la soglia di circa 9,7 milioni di dollari e circa 767.000 paia. Nonostante la crisi del mercato interno, le esportazioni nel nostro Paese sono aumentate in valore del 10%, mentre si sono ridotte in volume del 4,6% per effetto di uno spostamento delle vendite verso prodotti a più alto valore aggiunto e più alto contenuto moda. Infatti, il prezzo medio delle scarpe brasiliane in Italia è di 12,64 dollari, che rispetto ai primi sei mesi del 2013 rappresenta un aumento del 15,3% e risulta ben al di sopra della media del resto del mondo, pari a 8,4 dollari. A garantire questi risultati sono i punti di forza delle scarpe brasiliane: l’ottimo rapporto qualità - prezzo e la puntualità e affidabilità nelle consegne.

"La nostra partecipazione consolidata a theMICAM - spiega Letícia Sperb Masselli, coordinatrice della Trade Promotion Unit di Abicalçados - è pensata nell’ottica di raggiungere non solo i buyer europei che visitano la fiera, ma anche i numerosi buyer provenienti da tutto il mondo, tra cui Asia e Medio Oriente, Europa dell'Est, Inghilterra e Russia. L'aspettativa è molto alta per questa nuova edizione: oltre al recupero del mercato europeo, che ha già dato qualche segnale positivo, confidiamo in un fitto calendario di visite agli stand brasiliani anche da parte di compratori extra europei".

A dimostrazione di quanto i brand brasiliani siano annoverati tra quelli più prestigiosi provenienti da tutto il mondo, alcuni dei brand della collettiva espongono nell'Area International Designers, dedicata a una selezione di brand che si distinguono per il carattere fashion e cosmopolita: si tratta di Enrico Boaretto, Guilhermina, Jorge Bischoff - Loucos e Santos, Luz da Lua, Raphaella Booz.

Inseriti all’interno di stand individuali sono, invece: ADG Export, Anatomic & Co, Andacco, Boaonda, Capelli Rossi, Carrano, Cecconello, Cristófoli, Democrata, Dumond, Capodarte, Freeway, Huberto S. Muller, Miucha, Itapuã – Itsandals - Itsandals Kids - NewFace, Kildare, Lilly's Closet, Luiza Barcelos, Madeira Brasil, Paolo Sesto, Para Raio, Paradoxo, Rider – Ipanema – Grendha - Zaxy, Sapatoterapia, Savelli, Sollu, Stéphanie Classic, Tabita, Tanara Brasil - Kolosh Brasil, Tradeffort - Nova Line, Usaflex, Vizzano - Beira Rio – Moleca – Molekinha - Modare, Werner.

La partecipazione a theMICAM è resa possibile grazie al progetto Brazilian Footwear, promosso dall'associazione di settore Abicalçados, che riunisce i produttori di calzature, con l'appoggio istituzionale di ApexBrasil, agenzia del governativa per la promozione delle esportazioni e degli investimenti. L'aspettativa è che, con la ripresa dell'economia europea, le imprese brasiliane possano concludere maggiori accordi, superando il risultato di quasi 30 milioni di dollari conseguito durante l'edizione dello scorso anno.

Commenti