Sci, neve e rifugi Il Trentino scende in pista

Nuovi impianti di risalita, ma anche concerti ad alta quota, parchi gioco per i bambini e aree wellness. Ecco tutte le novità della stagione

Il sogno di mezzo inverno è una vacanza sulla neve. Fra vette candide e panorami a perdita d'occhio, come quelli che offre il Trentino. Non solo piste da sci. Non solo delizie tipiche e bagni alle terme. La Regione, baciata dalla generosità di Madre Natura, si adopera di anno in anno per migliorare i propri servizi. Dagli impianti di innevamento con generatori «green», a basso consumo energetico, alla nuova telecabina «Colbricon Express» di San Martino di Castrozza, dai tre nuovi rifugi nelle skiarea della val di Fiemme alle iniziative dedicate ai bambini e allo sport.

La telecabina, a passo Rolle, nella skiarea San Martino di Castrozza vanta 10 posti, servirà l'area di Ces apprezzata per le sue discese a portata di tutti, dalle piste blu per i principianti, alle ripide rosse ed è collegata con la Tognola.

La portata è di 2000 persone all'ora, in meno di 6 minuti copre 359 metri di dislivello portando gli sciatori dalla pista Bellaria alla cima Valbonetta.

È stata riqualificata anche la skiarea sul versante dell'Alpe Tognola con l'allargamento della pista che collega la cima alla partenza della seggiovia Rododendro. Più un nuovo impianto di innevamento artificiale.

In val di Fiemme è stata creata una nuova pista da slittino che si aggiunge a quella di Bellamonte nell'area di Pampeago dello Ski Center Latemar: il divertimento di bambini e principianti è assicurato. Lunga 400 metri, è accessibile con la seggiovia Latemar. Si trova accanto al parco giochi Bip Club. Nella skiarea del Cermis, invece, per raggiungere con gli sci il nuovo rifugio Lo Chalet si percorrerà la nuova pista rossa Busabella che 600 metri più sotto si innesta sulla pista Prafiorì. La si imboccherà all'uscita del nuovo rifugio o scendendo dalla pista Forcella di Bombasel. Dal rifugio Paiòn si potrà raggiungere il nuovo ski lounge anche con un sentiero da percorrere con le ciaspole.

Sulle piste di Passo Tonale è stato potenziato l'impianto di innevamento e allargato il tracciato della adiacente pista Valbiolo.

Sul Ghiacciaio della Presena sopra Passo Tonale è stata creata una «concert hall» di ghiaccio in grado di ospitare 200 persone per una serie di concerti in programma ogni giovedì e nei fine settimana. In questo capiente igloo, realizzato dall'artista americano Tim Linhart in un mese, saranno grandi protagonisti gli strumenti di ghiaccio, prodotti dallo stesso Linhart e suonati da famosi artisti. I concerti del giovedì saranno tenuti dall'Ice Music Orchestra che spazierà dal classico al folk, dal contemporaneo alle scritture originali. I concerti del sabato (ai quali si aggiungeranno due appuntamenti domenicali) saranno dedicati a progetti musicali dal jazz al pop, dal rock alla musica tradizionale. Il Festival si concluderà con un Ice Music Party, sabato 30 marzo 2019 con la partecipazione straordinaria di Giovanni Sollima, violoncellista e compositore siciliano. L'Ice Music Festival è un evento sicuramente unico, organizzato da Apt val di Sole, Consorzio Pontedilegno-Tonale e Trentino Marketing.

Nella skiarea di Folgarida-Marilleva è stato realizzato una nuova pista di collegamento (skiweg) per accedere alla stazione intermedia della telecabina Daolasa-Val Mastellina e ampliata la pista Orso Bruno.Nella skiarea di Madonna di Campiglio rinnovati gli impianti di innevamento e allargate la pista nera Amazzonia a Pradalago e la Spinale Diretta all'altezza di Lago Montagnoli. Sul Doss Sabiòn a Pinzolo ristrutturata la seggiovia Fossadei-Malga Cioca: ora è a sei posti ad agganciamento automatico, i tempi si sono ridotti del 70%. Sul Monte Bondone con il prolungamento della pista «Lavaman Variante» si potrà sciare su un'unica pista (blu) da Cima Montesel alla pista «3-Tre Panoramica» e da qui all'impianto Montesel. A Vason, per i bambini, ci sarà un campo primi passi ancora più ampio.

In Valsugana, alla stazione Panarotta è stata installata una seggiovia triposto da 1.500 persone all'ora sul tracciato Malga Montagna Granda Cima Esi, un nuovo collegamento per le piste Storta e Rigolor.

Commenti