La sentenza del tribunale: "E' nei diritti dei gatti star liberi nei condomini"

I gatti sono animali sociali e
quindi il loro aggirarsi liberamente per gli stabili
condominiali non è contrario alle regole, anzi, è in qualche
modo un loro diritto. Il tribunale di Milano dà ragione a una gattara

Milano - I gatti sono animali sociali e quindi il loro aggirarsi liberamente per gli stabili condominiali non è contrario alle regole, anzi, è in qualche modo un loro diritto. E' questo il significato di una recente sentenza di un tribunale che, a Milano, ha dato ragione alla "gattara" di un palazzo.

La decisione del tribunale La donna si era vista citare in causa da una coppia che vive nel palazzo e che chiedeva la rimozione delle cassette in cui veniva lasciato il cibo, l’allontanamento degli animali e un risarcimento morale agli altri condomini. "La decisione del giudice civile, invece - sottolinea l’ Aidaa, associazione italiana difesa animali e ambiente - richiama per la prima volta le normative della Legge 281, riconoscendo che i gatti sono animali sociali che si muovono liberamente e che quindi 'i gatti che stazionano e vengono alimentati nelle zone condominiali non possono essere allontanati o catturati per nessun motivo'". Una sentenza definita storica dagli animalisti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.