Sestri Ponente, nuovo look per i dehors

Sestri, il salotto ponentino dello shopping, si rifà il look, dandosi regole che uniformeranno le scelte dei dehors. E queste regole, di cui l’amministrazione comunale ha chiesto l’ideazione, potrebbero essere di esempio anche al resto della città. Il progetto è del Civ consorzio operatori di Sestri Ponente che insieme ad Ascom e Fepag, in collaborazione con il Municipio VI Medio Ponente, ha disegnato un nuovo accogliente «abito» per la delegazione. Dopo un percorso di riqualificazione territoriale, iniziato più di dieci anni fa e che ha portato alla pedonalizzazione e alla pavimentazione di via Sestri oltre che all’attività del Civ che si è impegnato nella promozione territoriale (vedi anche la festa Sestri come Montmartre) adesso è arrivato un architetto a studiare il restyling della cittadina. Moon Hee Costa, la professionista coinvolta dal Civ, ha ottenuto l’ok da tutti gli uffici comunali competenti: il risultato è un nuovo regolamento per gli spazi all’aperto di bar e locali che dovranno avere tutti la stessa impronta. Lo stile sarà scegliere tavolini e sedie nei colori blu o ecrù, avere una tenda unica a pantografo sempre di colore ecrù. Inoltre dovranno restare liberi gli spazi interni alla strada per un metro e mezzo. Le fioriere dovranno essere in metallo fornite di pannellatura in cristallo (a scelta del committente metterle o no) con bordi arrotondati. Adesso l’amministrazione comunale dovrà trovare il sistema di far applicare le regole non solo per gli esercizi nuovi, ma anche per chi dovrà rinnovarsi.

Commenti