Sfatato un altro stereotipo: è lui che ha il «ti amo» facile

Il «ti amo» facile? Roba da uomini. Non sarebbero le donne le più romantiche, le più propense a scivolare nella sdolcinatezza e a manifestare i propri sentimenti. Secondo una indagine condotta da una psicologa dell’università della Pennsylvania, il record nel pronunciare la fatidica doppietta (in inglese le famose «tre parole»: «I love you») spetta infatti ai maschi, che lo direbbero tre volte più spesso rispetto alle donne. La ricerca, pubblicata sul Journal of Social Psychology, ha coinvolto 172 studenti del college, di cui è stata indagata la vita amorosa. Ebbene si è scoperto che sono i ragazzi a capitolare per primi, a lasciarsi andare ai sentimenti e all’affetto, molto prima delle ragazze, diventate più caute e circospette nel cedere alle emozioni (forse perché «scottate» in passato). Secondo la studiosa gli uomini tendono a innamorarsi prima rispetto alle donne e soprattutto lo dicono per primi, sfatando il ben noto luogo comune secondo cui i maschi sarebbero più aridi nell’esprimere i loro sentimenti, ma abbattendo anche il cliché corrispondente per cui le donne sarebbero più inclini a farsi guidare dalle emozioni e a dichiararle.

Commenti