Sicurezza stradale, 100 «scatole rosa» dalla Fondazione Ania

In occasione della festa della donna, vengono offerti cento sistemi satellitari ad altrettanti guidatrici che si iscrivono sul sito www.fondazioneania.it, rendendo anche disponibile online un vademecum per la corretta manutenzione del veicolo

Incidenti, guasti meccanici e aggressioni sono in cima alla lista dei rischi che le donne si trovano ad affrontare quotidianamente sulle strade del nostro Paese. Per proteggerle e festeggiarle, in occasione dell'8 marzo la Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale lancia l'iniziativa «Cento Scatole Rosa» offrendo l'innovativo dispositivo satellitare alle prime 100 guidatrici che alla Festa della Donna ne faranno richiesta sul sito www.fondazioneania.it e finanziando interamente per 3 anni il canone di utilizzo.
Cento donne avranno, quindi, la possibilità di far installare in modo totalmente gratuito sulla propria auto la Scatola Rosa.
Si tratta di un dispositivo satellitare collegato 24 ore su 24 a una centrale operativa che localizza, in tempo reale, la posizione del veicolo e garantisce un pronto soccorso immediato in caso di incidente, un servizio personalizzato di assistenza stradale e un sos di emergenza a tutela della sicurezza personale.
Infatti, in caso di necessità, la conducente può chiedere soccorso premendo un apposito pulsante in auto o usando un telecomando. La centrale operativa allertata dalla guidatrice, a seconda del caso, fornirà indicazioni alle forze dell'ordine, richiederà il pronto intervento meccanico o il soccorso sanitario.
Inoltre, per aiutare le donne a prevenire i guasti meccanici, la Fondazione Ania renderà disponibile sul proprio sito, a partire dall'8 marzo, un vademecum che raccoglie 7 piccoli gesti per la corretta manutenzione dell'auto, considerata spesso dal gentil sesso una prerogativa maschile. Infatti, secondo il Rapporto Automobile 2008 Aci-Censis il 20,7% delle donne intervistate si ritiene negligente nella manutenzione dell'auto - rispetto al 9,3% degli uomini - dimenticando, spesso, di effettuare semplici interventi come controllare la pressione delle gomme o sottoporre il veicolo al controllo di un meccanico.
«Nel 2008, 965 donne sono morte a causa di un incidente stradale, con una diminuzione rispetto al 2007 purtroppo molto inferiore a quella registrata complessivamente. - ha dichiarato Sandro Salvati, presidente della Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale -; le stragi sulle strade sono la prima emergenza del Paese. E l'allarme è ancor più grave quando colpisce le donne che, come caregiver, hanno un ruolo doppiamente importante nella società e nella famiglia. L'8 marzo ci sembra una data coerente con un gesto simbolico che intende tutelare le donne tutto l'anno: 100 Scatole Rosa e un piccolo vademecum per proteggere una figura così importante nella società e nella famiglia».

Commenti