Spaccio, rom e movida: ecco cosa spaventa i quartieri della città

Dalla prostituzione, che di recente è salita fino alla montagnetta di San Siro (con le lucciole cinesi che si vendono anche di giorno) ai rave party che minacciano il sonno di chi vive a pochi metri dal parco Lambro. Dalle baby gang che tengono in ostaggio il gallaratese allo spaccio in agguato fuori dai licei e dai locali notturni del centro. Problemi vecchi e nuovi segnalati dai presidenti dei consigli di zona al Comune, che ha inaugurato con loro, dallo scorso giugno, i tavoli per la sicurezza. Siamo già al secondo giro di consultazione, e su alcune delle criticità più grazie il vicesindaco assicura un intervento a breve, in accordo con le forze dell’ordine. Come il maxi-blitz che dopo viale Sarca è in agguato per il ghetto di via Quarti, fortino della microcriminalità. O come l’ex Plasmon e l’ex Rubattino occupate e presto sgomberata: i titolari hanno già ricevuto dal sindaco l’ordinanza urgente a recintare e bonificare le aree dopo l’intervento della polizia. Il Comune infine che rifinanzierà con 2 milioni il Fondo per la sicurezza creato l’anno scorso in prefettura e in scadenza: serviranno a pagare gli straordinari agli agenti. Dalla Provincia arriverà un milione.

Commenti

Grazie per il tuo commento