Spagna, l'Eta attacca l'isola dei turisti Maiorca: 2 agenti morti

Una bomba è saltata in aria sotto l'auto della polizia vicina a una caserma (le immagini - il video). E' il secondo attentato in due giorni. Due le vittime, almeno 65 i feriti. Per ore chiuso l'aeroporto. Poco dopo disinnescato un secondo ordigno

Spagna, l'Eta attacca 
l'isola dei turisti 
Maiorca: 2 agenti morti

Maiorca - L’Eta torna a insanguinare la Spagna, all’indomani della mancata strage di Burgos, dove 65 persone sono rimaste ferite in un attacco contro la sede centrale della Guardia civil nella città nel nord della Spagna. Due agenti sono morti in un’esplosione avvenuta nei pressi della sede della Guardia civil a Palmanova, nel comune di Calvia, sull’isola di Maiorca. Delle due vittime per ora ne è stata identificata solo una: Enrique S., 28 anni, originario di Burgos, da un anno a Maiorca. Il secondo agente ucciso aveva invece 27 anni, era nato a Pamplona e si trovava sull’isola già da molti anni. Per diverse ore Maiorca è stata isolata: chiusi porti e aeroporto per evitare rischi di fuga.

L'attentato Intorno alle 13,50 una bomba, collocata sotto un'auto di servizio su cui si trovavano i due agenti morti, è saltata in aria. L’esplosione è stata potentissima, al punto che alcune parti del corpo dell’agente che era al posto di guida sono state trovate su un albero. Poco dopo è stata disattivata dagli artificieri la bomba trovata sotto un secondo veicolo della Guardia Civil nell’isola di Maiorca.

Cellula itinerante A compiere l’attentato è stata probabilmente una "cellula itinerante dell’Eta". Lo ha detto il prefetto dell’isola Ramos Socias, spiegando che non risultano esserci nell’isola "gruppi fissi" dell’organizzazione separatista basca. I terroristi, secondo Socias, sarebbero quindi venuti nell’isola per compiere l’attentato. Di qui la decisione di dare il via all’operazione "gabbia" che ha di fatto bloccato l’isola con la chiusura di porti e aeroporti.

Eta isolata Parlando alla radio CadenaSer, Socias ha definito l’Eta "sempre più disperata e pericolosa", riprendendo le parole pronunciate ieri dal ministro degli interni spagnolo Alfredo Perez Rubalcaba, dopo l’attacco alla caserma-alloggio della Guardia Civile della cittadina di Burgos, nel nord della Spagna, che ha provocato 65 feriti lievi ma, fortunatamente, nessun morto. Si tratta dunque del secondo attentato attribuito all’Eta in soli due giorni.

Circa 7mila italiani sull'isola Sono tra 6.500 e 7.000 gli italiani attualmente presenti sull’isola di Maiorca. È quanto risulta in base alle stime fornite da Assotravel. Per quanto riguarda le altre due isole delle Baleari, sempre secondo l’associazione, sono circa 6 mila gli italiani presenti a Ibiza e altri 3 mila a Formentera.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti