Arriva la conferma: cosa succede a Charlene di Monaco

La principessa Charlene è da poco tornata a casa, dopo 8 mesi in Sudafrica ma, fa sapere Alberto di Monaco, non vive già più nel Principato e ha bisogno di molto riposo

Arriva la conferma: cosa succede a Charlene di Monaco

Quando lo scorso 8 novembre la principessa Charlene è tornata a casa, dopo 8 mesi in Sudafrica a causa di un’infezione otorinolaringoiatrica, tutti abbiamo tirato un sospiro di sollievo, pensando che l’incubo fosse finito. Charlene era di nuovo a casa, con i suoi figli. Appariva provata, ma la sua stanchezza non poteva che essere una conseguenza di tutte le peripezie e gli interventi che aveva dovuto affrontare. Anche le voci di una possibile crisi con Alberto di Monaco sembravano ormai lontane. Non c’era più nessun mistero da svelare. La quiete, però, è durata poco e le voci secondo cui Charlene non vivrebbe più a Palazzo e nemmeno nel Principato sono state confermate proprio dal principe Alberto.

Charlene non è a Palazzo

Poche ore dopo il ritorno di Charlene nel Principato di Monaco la cognata e Pr della fondazione della principessa in Sudafrica, Chantell Wittstock, aveva rilasciato una dichiarazione sconcertante, che aveva allarmato i monegaschi, sostenendo che Charlene non fosse tornata a Palazzo Grimaldi, come ci saremmo aspettati, ma in un appartamento situato sopra a una cioccolateria, a circa 300 metri dalla residenza ufficiale. Una piccola abitazione in cui, a quanto pare, Sua Altezza Serenissima viveva già prima di partire per il Sudafrica. La Wittstock aveva aggiunto: “Non sappiamo ancora cosa farà [Charlene]. Probabilmente farà la pendolare tra l’appartamento e il Palazzo. È appena tornata ed è molto entusiasta di rivedere i figli e loro di stare di nuovo con la loro mamma. Quindi vedremo dove si sistemerà. Ma sarà con suo marito e i suoi figli. Si sta ancora riprendendo e questo non accade in una notte. Sicuramente se la prenderà con calma. Il suo obiettivo principale in questo momento sarà passare il tempo con i suoi figli e la sua famiglia. Tutto quello che possiamo dire è che gli interventi in Sudafrica sono andati bene e i medici l’hanno autorizzata a tornare a Monaco”.

L’assenza alla Festa nazionale

Perché la principessa Charlene non è tornata a Palazzo Grimaldi? Forse la crisi coniugale di cui per mesi hanno parlato i tabloid è una realtà? Domande senza risposta. Anzi, i dubbi sono aumentati e “l’enigma Charlene” si è riaperto (ma forse non si è mai davvero chiuso) dopo il comunicato diffuso da Palazzo Grimaldi in merito all’assenza della principessa alla Festa nazionale del Principato e l’intervista rilasciata dal principe Alberto a Monaco-Matin.

Partiamo dalla nota ufficiale. Il 19 novembre è una data importante per il Principato, dedicata alla “Fête Du Prince”, ovvero la Giornata nazionale in cui si commemora San Ranieri, il santo patrono del defunto principe Ranieri III. Un’occasione in cui la presenza della principessa Charlene sarebbe stata d’obbligo. Invece, purtroppo, anche stavolta Alberto di Monaco sarà solo. Il comunicato di Palazzo Grimaldi, citato da Vanity Fair, aveva annunciato: “Le Loro Altezze Serenissime hanno deciso di comune accordo che un periodo di calma e di riposo è necessario per assicurare il miglior recupero per la salute della principessa Charlene. Dopo aver affrontato i problemi di salute degli ultimi mesi, ora la principessa è in convalescenza e continuerà per le prossime settimane, per darle il tempo di riprendersi da uno stato di profonda stanchezza generale”.

Fin qui nulla di strano. È l’ultima frase della nota a lasciarci perplessi: “Al fine di proteggere il comfort e la privacy necessari per la sua guarigione, il luogo in cui si trova la principessa rimarrà strettamente confidenziale”. Dunque Charlene non si trova nell’appartamento di cui parlava Chantell Wittstock. Possibile che il Palazzo non potesse garantire la riservatezza di cui la principessa ha bisogno? Charlene è davvero guarita? Nemmeno le dichiarazioni del principe Alberto hanno dissipato i dubbi.

L’intervista del Principe Alberto

A Monaco-Matin il principe ha spiegato: “Charlene sta meglio, ma ha ancora bisogno di riposo e pace. Non è nel Principato, ma potremo visitarla molto presto. Non posso dirvi di più per discrezione. C’è molta stanchezza, non solo fisica, che può essere curata solo con un periodo di riposo e follow-up”. Alberto di Monaco ha poi raccontato di come riesce a equilibrare il ruolo di capo di Casa Grimaldi con quello di padre: “Per me è piuttosto semplice. La mia priorità è la mia famiglia. Naturalmente senza trascurare gli affari di Stato. Al contrario faccio tutto il possibile e l’essenziale. Non ho intenzione di minimizzare certi eventi e voi sapete che al meglio delle mie capacità incoraggio tutte le iniziative del Principato, ma a volte ci sono delle scelte da fare. Spero che tutti lo capiscano. Quando posso stare con i miei figli, lo faccio senza esitazione…Questo è un momento estremamente importante della loro vita. Il modo in cui crescono li aiuta a vedere il mondo. E se uno dei genitori è assente per motivi di salute, l’altro genitore deve essere presente”. Infine ha aggiunto: “Hanno sofferto per l’assenza della madre. Ma avevano abbastanza distrazioni e un ambiente familiare che si assicurava non mancasse loro l’affetto. A poco a poco cerco di coinvolgerli nella vita pubblica. Non lo faccio in modo sistematico. Non voglio spaventarli…devi abituarli gradualmente…”. Ma allora che fine ha fatto Charlene?

Commenti