Amber Heard rischia 3 anni di prigione per aver falsificato le prove

Qualora venisse dimostrato che ha mentito nelle sue accuse contro l'ex marito Johnny Depp, Amber Heard rischia una pena fino a 3 anni di reclusione

Amber Heard sta rischiando molto: nella causa di diffamazione intentata dall'ex marito Johnny Depp dopo essere stato descritto come un uomo violento e responsabile di abusi domestici, l'attrice di Aquaman rischia fino a tre anni di reclusione in prigione, se verrà dimostrato che ha mentito per tutto questo tempo.

Come riporta la testata IBTimes, infatti, se la battaglia legale tra Amber Heard e Johnny Depp risultasse a favore di quest'ultimo, l'attrice dovrebbe affrontare l'accusa di falsificazione delle prove, create e manipolate appositamente affinché Depp venisse ritenuto colpevole di un crimine che non ha commesso. Secondo il codice penale della California, sezioni 141, 132 e 134, è considerato illegale: "creare, manipolare, nascondere e falsificare prove volte a far incriminare qualcuno di un crimine".

L'aspetto più importante da sottolineare è che, secondo questa legge, non è importante che qualcuno abbia fisicamente creato false prove o modificato quelle reali: ciò che importa è l'uso che si fa di queste prove. Perciò, affinché Amber Heard sia accusata del crimine, non serve che sia stata lei la persona fisica ad aver falsificato delle prove. Quello che conta è che lei, di fatto, abbia usato prove false e/o manipolate per accusare Johnny Depp di crimini che l'attore di Pirati dei Caraibi non avrebbe commesso. La pena per questo crimine è la prigione, per un periodo massimo di tre anni.

Mentre i fan di Johnny Depp hanno lanciato sul web delle petizioni per fargli riavere il ruolo di Jack Sparrow e licenziare Amber Heard dal franchise di Aquaman, la credibilità dell'attrice continua a calare sempre più a picco. Accusata dalla sua ex assistente personale di atti di bullismo, Amber Heard è stata smentita persino dalla sua stilista nonché amica, che avrebbe smentito la dichirazione della Heard secondo cui Johnny Depp le avrebbe fatto gli occhi neri prima di una sua apparizione in TV nel Dicembre 2015. La stilista, infatti, dichiarò di essere stata tutto il giorno con la Heard, e di non aver visto alcun segno o ferita o livido sul suo volto.

Come se non bastasse, nelle scorse settimane erano stati pubblicati anche dei file audio in cui Amber Heard confessava di aver picchiato Johnny Depp, di averlo colpito in volto e di avergli sbattuto la porta in faccia. Non solo, negli stessi audio si sente Amber Heard deridere il suo ex, di sfidarlo ad accusarla pubblicamente: "Vediamo in quanti ti crederanno," la si sente dire nell'audio. "Va, dì loro 'Io, Johnny Depp, un uomo, sono vittima di violenza'. Vediamo in quanti saranno dalla tua parte"

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.