Anthony Peth: "Sono un perfetto chef in campo"

Il conduttore sardo ogni giorno conduce il campionato del gusto su Alice, ma è anche testimoniale dell'Aisos, l'Associazione italiana Studio Osteosarcoma

Anthony Peth: "Sono un perfetto chef in campo"

"Mi piace stare ai fornelli. Amo fare il pollo al curry ma anche gli gnocchi di patate alla zucca con pepe nero è un piatto apprezzato dai miei amici". Anthony Peth, al secolo Antonio Petretto di origine sarda, sarebbe un concorrente ideale per Chef in campo, il programma in onda su Alice Cucina (Alma TV Food - canale 65 del digitale terrestre). E nella trasmissione è protagonista, solo che anziché cucinare è alla conduzione (in prima serata alle 21.30, dal lunedì al venerdì, con la replica il giorno dopo alle 16, fino a fine luglio, e la regia di Mario Maellaro). Si tratta di un campionato del gusto in cui si cimentano numerosi personaggi del mondo dello spettacolo, della musica, dello sport e del giornalismo. Peth, forte della sua esperienza e del suo impegno a promuovere la buona tavola, tanto da essere conosciuto dal grande pubblico come l’Ambasciatore del Gusto, ogni giorno dialoga con l'ospite alle prese con una ricetta speciale.

Quali sono le novità del programma?

"Quest'anno la novità più importante è data proprio dalle ricette. Non sono semplici ma molto particolari e talvolta complesse, sempre scelte dall'ospite, e da casa tutti possono imparare grazie ad una esecuzione passo dopo passo. Nel mentre, si chiacchiera e gli ospiti rispondono alle mie domande, raccontando un po' della loro vita. Per questa terza edizione, inoltre, l’anteprima di ogni puntata è affidata al Bardender Tancredi Marco Fazzi che prepara sempre un cocktail diverso, mentre all'astrologa Terry Alaimo è affidata la chiusura. Lei sceglie un segno zodiacale e parla dell'oroscopo in chiave gastronomica".

Può anticiparci qualche nome degli "chef in campo"?

"Avremo personaggi del calibro di Andrea Roncato, il maestro Claudio Simonetti, il comico Enzo Salvi, la giornalista storica del TG5 Didi Leoni, il vincitore di Tale e Quale Show Daniele Quartapelle, la campionessa olimpionica Elisa di Francisca, l'ex calciatore della Roma Ubaldo Righetti, l'attrice Elena Russo, l'inviata di Rai 1 Metis de Meo e molti altri. C'è da divertirsi, seguendoci".

Ci sarà un po' della sua cucina sarda?

"In una puntata troveremo la fregula con i frutti di mare che mangio sempre quando torno nella mia amata terra, ad Alghero".

C'è qualcosa che potrebbe mangiare per una settimana di fila?

"La parmigiana di melanzana, con tanto di melanzane fritte. Tanto per restare in forma ho la mia palestra quotidiana. Ogni sera è la mia compagna, e ride".

In passato ha avuto un tumore e anche quest'anno rappresenta l'Aisos, l'Associazione italiana Studio Osteosarcoma. Cosa vuole trasmettere?

"Ho voluto raccontare la mia storia e la mia malattia, perché era arrivato il momento di farlo (da ragazzino ha avuto una forma rara di tumore alle ossa, ndr). Con la redazione di Rai 1 abbiamo fatto uno speciale sulla mia personale battaglia e il mio percorso di cura. Tutto trattato con delicatezza, non dimenticando che è un tumore osseo che colpisce soprattutto i bambini. È giusto lanciare il messaggio di rinascita, perché mi sono reso coso che si è parlato tanto di Covid e poco di malattie importanti che riguardano i più piccoli. Io fortunatamente ora sto bene, faccio una vita normale e vorrei che tutti quelli che mi ascoltano possano comprendere che c'è speranza di uscirne. Tutti noi, inoltre, possiamo aiutare attraverso una donazione all'Associazione".

Cosa ne pensa delle campagne di sensibilizzazione?

"Penso che bisognerebbe dare più spazio, tutto viene mostrato in pochi minuti o poche immagini, specie sui social. In realtà dovrebbero inserire delle normative che prevedano per ogni forma di social uno spazio di attenzione giornaliera verso realtà serie e umanitarie che operano tutti i giorni per far sì che chi lotta contro una brutta malattia possa conoscere di più e avere le giuste informazioni".

Che cosa le fa paura?

"Mi fa paura la poca attenzione da parte della gente verso tematiche così serie, c'è tanta freddezza e distacco".

Ha qualcosa da cui non si separa mai?

"Sono una persona credente, vado in chiesa e ho un'immagine di Padre Pio che mi accompagna sempre. Inoltre, porto sempre con me, in una tasca del pantalone o della giacca, un rosario d'oro che chiamo "la collanina Anthony". Mi dà una forma di sicurezza e protezione".

Cosa farà per l'estate?

"Lavorerò. Sto preparando diverse serate perché per fortuna tornano gli eventi dal vivo e con tanta gente. Inoltre mi sto cimentando con un nuovo progetto per la Rai ma ancora non posso dire nulla, sempre attraverso i sentieri del Gusto. Certo appena avrò un po' di tempo libero tornerò in Sardegna per un tuffo nelle acque cristalline. Adoro il mare".

C'è una trasmissione televisiva in cui le piacerebbe partecipare?

"Mi piacerebbe un reality e spero possa esserci presto un'occasione per mettermi alla prova".

Commenti