Arrestato Puff Daddy

Il rapper avrebbe aggredito l'allenatore del figlio, scagliandogli contro un bilanciere

Il rapper americano Sean Combs, meglio conosciuto come Puff Daddy, è stato arrestato nel campus di Ucla a Los Angeles per aggressione nei confronti di un allenatore di football. Secondo quanto riporta Tmz.com, il rapper si sarebbe scagliato contro l'uomo con un bilanciere dopo un litigio nel campus di atletica.

Il figlio di Puff Daddy, Justin, è una "red shirt" nella squadra di football dell'ateneo, ovvero un atleta che può allenarsi con il team, senza però essere impiegato in partite ufficiali per la giovane età.

Puff Daddy è stato rilasciato su cauzione e le autorità locali hanno confermato che nessuno è rimasto ferito.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

roberto.morici

Mer, 24/06/2015 - 10:10

Un rapper è un rapper. Che rapper sarebbe, se no...