Cannelle, ex valletta di Pippo Baudo a Sanremo: "Ora vivo coltivando olive"

Intervistata dal settimanale Spy, Helena Viranin, in arte Cannelle, ha parlato della sua carriera: "Ero il sogno proibito degli italiani, poi mi hanno girato le spalle"

Cannelle, ex valletta di Pippo Baudo a Sanremo: "Ora vivo coltivando olive"

"Alla fine degli anni 80 e nei primi anni 90 grazie alla pubblicità delle caramelle Morositas ero diventata il 'sogno proibito' degli italiani", inizia così la lunga intervista di Helena Viranin, in arte Cannelle.

Helena non le manda di certo a dire e al settimanale Spy racconta tutta la sua verità. "Nel 1994 Pippo Baudo mi portò con lui sul palco dell'Ariston - continua - per presentare il Festival di Sanremo. Ma poi il mondo dello spettacolo mi ha girato le spalle, forse proprio perché ho detto di no a tante persone importanti, ma non me ne pento. Non vorrei entrare nei dettagli, dico solo che ora coltivo le olive perché non sono mai scesa a compromessi e non ho ceduto alle avances di persone che pensavano di avere il potere di ottenere tutto quello che volevano. Non mi sono mai venduta, se l’avessi fatto forse sarei ancora in tv".

Le parole di Cannelle non sono proprio leggere e non fanno sconti a nessuno. Diventata una sex symbol negli anni '90 grazie alla pubblicità televisiva delle caramelle, Cannelle ha avuto una carriera un po' particolare, proprio per il suo non essere scesa a compromessi. Ora, infatti, Helena, si è ritirata in Liguria dove vive coltivando olive: "Non c’è più quella Cannelle ingenua che credeva a tante promesse e anche a qualche favola. Ho pagato tutti i conti con la vita. Oggi c’è una Cannelle più matura che può giudicare, può dire la sua, può esprimersi come preferisce. Non rinnego la televisione. Molte volte neanche riesco a guardarla perché finisco col pensare che dietro ogni spettacolo possano esserci una serie di compromessi che non mi piacciono".

E ancora: "Forse sono più felice oggi. C’è stato un momento molto bello di grande ribalta, di successi, di popolarità. Non ci sono state soltanto le Morositas, ma anche il Festival di Sanremo, le prime serate in Rai e molto altro. La vita è fatta di tanti momenti. Alcuni sono particolarmente clamorosi, ma ci sono anche quelli in cui ci si tira da parte. Come dice la Bibbia, c’è un tempo per ogni cosa. In questo momento non sono alla ribalta, ma sono comunque serena". Anche se qualche rimpianto per una carriera che sembrava stellare è rimasto: "Certo, alcune cose le avrei potute fare meglio, così come avrei potuto sfruttare di più certe occasioni. Ma del senno di poi, son piene le fosse. Non voglio piangermi addosso pensando al passato".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti