Clemente Russo si scusa con Bosco per la battuta omofoba. Ma l'italiano è da rivedere

Clemente Russo, esortato da Ilary Blasi e Alfonso Signorini, ha chiesto scusa a Bosco e a tutto il mondo gay per averli definiti "friarielli". Ma i tempi verbali sono tutti sbagliati

Clemente Russo si scusa con Bosco per la battuta omofoba. Ma l'italiano è da rivedere

La settimana scorsa, Clemente Russo è finito sotto accusa per aver usato un termine napoletano (friariello ndr) come nomignolo per il concorrente Bosco Cobos.

E se all'inizio la scelta del termine poteva sembrare un modo scherzoso per chiamare un amico, poi le cose hanno preso un'altra piega. Lo stesso Clemente è stato a dire agli altri inquilini della Casa del Grande Fratello Vip che "friariello" a Napoli è usato per chiamare i gay. Il particolare non è passato inosservato e subito è scoppiata la bufera.

Il pugile italiano è stato accusato di omofobia e sui social gli utenti si sono sbizzarriti con le offese. Per questi motivi, ieri sera, durante la diretta, Alfonso Signorini e Ilary Blasi hanno preteso delle scuse. Chiamato in confessionale, Clemente ha spiegato la sua posizione e poi ha chiesto scusa.

Ma nelle sue parole è stato inevitabile notare un mare di errori dal punto di vista grammaticale. "C'ho milioni di amici gay a casa e li amo tutti. Non so perché avrete creduto che io abbia fatto un'offesa a Bosco. Sono pronto a chiedergli scusa. Chiedo scusa al mondo gay se vi siete sentiti offesi".

Accettate le scuse di Russo, ma l'italiano è da rivedere.

Commenti

Grazie per il tuo commento