Confonde Aida con La Traviata, la gaffe della violinista influencer fa infuriare il web

La musicista della Scala di Milano, famosa per essere anche un'influencer, ha infiammato il web per un errore in diretta TV

Sarà stato un lapsus, l'emozione o semplicemente un errore detto dalla stanchezza. Ma la gaffe in diretta televisiva della violinista Laura Marzadori, spalla della Scala di Milano, non è passato inosservato. Tra chi le perdona la sbadataggine e chi punta il dito parlando di "grave mancanza" la questione è finita sulla bocca di tutti.

Laura Marzadori, primo violino di spalla della Scala, è stata ospite della trasmissione di Rai 5 Nessun dorma, format condotto da Massimo Bernardini con i protagonisti della scena musicale italiana. La violinista è intervenuta in puntata ma alla richiesta specifica del giornalista la Marzadori non solo è caduta, per così dire, "dal pero", ma nel cercare di accontentare il conduttore è incappata nella clamorosa gaffe.

La bella violista ha svelato di amare, tra tutte le opere, "La Traviata" e la sua protagonista Violetta Valery. Dopo una breve disquisizione sull'opera, Bernardini ha chiesto alla Marzadori: "Tu ti ricordi a memoria un passaggio di Traviata… tanto per ambientarci? Anche solo un pezzettino?". La musicista è apparsa al quanto spiazzata dalla richiesta e preso il violino e l'archetto ha iniziato a suonare. Peccato che non fosse "La Traviata" ma l'incipit della "Aida".

Una gaffe di cui si è immediatamente resa conto la violinista, che ha provato a rattoppare: "Non so se mi ricordavo la tonalità, però, comunque...". L'errore, del quale il conduttore non si è accorto, non è però sfuggito agli addetti ai lavori che sui social hanno criticato la violinista. Prima tra tutti la musicista Rosa Weisbrot: "Vergogna! Invece di rifare il viso a 30 anni, sarebbe meglio che studiasse qualche partitura per poter essere chiamata la spalla e pretendere il rispetto dei colleghi!". Anche il critico musicale e scrittore Alessandro Mormile ha puntato il dito: "Forse in questo periodo di lockdown, doloroso per tutti, avrà tempo di ripassare un po' meglio "La traviata" di Verdi, certo che questa non sarà stata altro che una piccola dimenticanza...dovuta forse allo stress di questi tempi bui!".

Sentitasi chiamata in causa Laura Marzadori ha risposto scusandosi, salvo poi togliersi qualche sassolino dalla scarpa: "Dopo ore di prove in cui ho suonato e parlato mi sentivo molto stanca. La domanda non era concordata e nella tensione del momento sono andata nel pallone. Mi rendo conto sia stato un errore macroscopico. Trovo però che mettere alla gogna una persona pubblicamente per un errore dettato chiaramente dall’emozione sia un gesto evitabile. Il momento è molto difficile per tutti i musicisti e per me in particolare, poiché sono stata oggetto di attacchi gratuiti proprio qualche giorno fa".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

torremba

Gio, 19/11/2020 - 17:56

Mi dispiace Laura, ma che sarà mai?? Queste vestali dell'Opera correct sono insopportabili...e se la piantassimo sia con Traviata che con Aida? Ad ogni buon conto non capisco una cosa: ma la trasmissione non è registrata? Non si poteva correggere? Nessuno se ne è accorto? Ah, lo hai fatto per metterli alla prova....UN saluto