Il discorso "segreto" della Regina su una "Terza Guerra Mondiale"

Secondo gli esperti, dopo lo storico discorso sul lockdown da coronavirus dei primi di aprile, sua Maestà avrebbe già preparato il messaggio per un’eventuale terza guerra mondiale

Il discorso "segreto" della Regina su una "Terza Guerra Mondiale"

Nostradamus l’aveva profetizzata proprio per il 2020, ma mai come in questo momento la terza guerra mondiale sarebbe più che una profezia a causa dei difficili rapporti internazionali sull’asse Trump – Iran e Trump- Cina. A confermarlo sarebbero gli esperti della corona inglese, secondo i quali la regina Elisabetta II avrebbe già preparato il discorso per una possibile guerra mondiale.

Lo scorso 5 aprile sua Maestà parlava alla popolazione britannica in uno dei suoi rari discorsi alla nazione. Un messaggio di quattro minuti per rassicurare i sudditi sull’attuale emergenza sanitaria da coronavirus e infondere fiducia e vicinanza a chi, in prima persona, si è trovato a combattere contro il temibile virus. Una sfida diversa, mai affrontata prima, come ha specificato sua Maestà ma che non sarebbe l’unica in questo momento. Come riporta il tabloid inglese Express, gli esperti sono certi che la reggente abbia già pronto un nuovo discorso alla nazione, per lo scoppio della terza guerra mondiale. Questo per essere preparata a ogni eventualità.

Le speculazioni sul possibile scoppio della terza guerra mondiale si sono moltiplicate negli ultimi giorni. Le voci sulla presunta morte del leader nordcoreano Kim Jong-un da una parte e le tensioni tra gli Stati Uniti, Cina e Iran, per motivi diversi, dall’altra hanno fatto impennare le quotazioni di un’imminente guerra mondiale. Mentre tutto questo avviene, la regina Elisabetta avrebbe già preparato un discorso segreto da tirar fuori al momento opportuno. Del resto era già accaduto nel 1983, quando la guerra fredda aveva costretto Elisabetta II a stendere un discorso in caso di guerra nucleare, mai registrato ma reso pubblico nel 2013 dall'Archivio Nazionale inglese secondo la regola dei trent’anni.

Alcuni passaggi di quel discorso potrebbero già essere impressi nel messaggio segreto: "Non ho mai dimenticato il dolore e l'orgoglio provato mentre io e mia sorella ci rannicchiavamo attorno alla scrivania della scuola materna ascoltando le parole ispiratrici di mio padre (Giorgio VI, ndr) in quel fatidico giorno del 1939 […]. Non avrei mai immaginato che questo dovere solenne e terribile un giorno sarebbe toccato a me". Gli esperti reali sono rimasti colpiti dall’impressionante somiglianza tra il discorso mai pronunciato nel 1983 e quello fatto il 5 aprile scorso, tanto da far pensare che segretamente sua Maestà ne abbia già pronto un altro.

Commenti