Cultura e Spettacoli

Federica Sciarelli: "Minacce? Tante, ma se fai il giornalista d’inchiesta non puoi avere paura"

Federica Sciarelli ripercorre il suo percorso a Chi l'ha visto? e rivela di aver ricevuto tantissime minacce che, in realtà, non l'hanno mai intimorita

Federica Sciarelli: "Minacce? Tante, ma se fai il giornalista d’inchiesta non puoi avere paura"

Era il 2004 quando Federica Sciarelli approdava al timone di Chi l’ha visto?, programma del quale è diventata anche autrice cinque anni dopo il suo insediamento.

Prima di Chi l’ha visto?, la Sciarelli era una delle giornaliste di punta del Tg3 e il passaggio dal telegiornale al programma di approfondimento ha richiesto alcuni cambiamenti nello stile della conduttrice. “Il mio esordio alla guida del programma? Impossibile dimenticarlo – ha raccontato lei ai microfoni della trasmissione radiofonica “I Lunatici” - . C'era il telefono a quei tempi, squillava il centralino e si sentiva la telefonata in diretta. Io attaccavo sempre al telespettatore, sentii in diretta gridare che non dovevo attaccare la cornetta. Parlavo a mitraglia, venivo dal telegiornale, gli autori mi dicevano di andare più piano perché nessuno mi capiva”.

Nonostante quei piccoli “difetti”, la conduzione di Chi l’ha visto? fu un vero successo. “Ma andò benissimo, facemmo un grandissimo risultato, il giorno dopo erano tutti contenti – ha spiegato ancora la Sciarelli, orgogliosa per alcuni dei casi trattati su Rai 3 -. I casi che mi hanno dato più soddisfazione? Difficile dirlo. Siamo riusciti a far riaprire il caso di Ilaria Alpi. Quella forse posso dire sia stata la mia più grande soddisfazione”. In un percorso televisivo ricco come il suo, non sono mancate le minacce dalle quali, però, Federica Sciarelli non si è mai lasciata intimorire. “Minacce? Ne ho ricevute tantissime. Ma se uno fa il giornalista d'inchiesta non può aver paura delle minacce – ha detto - . Non ci siamo fatto mancare nulla. Mi sono occupata della Banda della Magliana, mi misero anche la scorta vigilata, ma non l'ho mai usata. Se fai il giornalista d'inchiesta non puoi aver paura".

Conduttrice, giornalista e donna forte e sicura di sé, Federica Sciarelli ha ammesso di non aver mai sognato di fare questo lavoro, ma di esserci capitata in maniera del tutto casuale. “Mai sognato di fare la giornalista, ci sono capitata per caso perché ho fatto un concorso per l'avviamento alla carriera giornalistica in Rai – ha raccontato - . Ero abbastanza secchiona, ma andavo anche a tutte le manifestazioni. Facevo copiare i miei compagni di classe, ho sempre aiutato allegramente”.

Certa che solo le persone in gamba possono farcela veramente dal punto di vista lavorativo indipendentemente dal sesso, la Sciarelli si è detta contraria alle quote rosa: “Si va avanti. Io non sono per le quote rose, devi essere bravo, poi se sei uomo o donna non mi interessa. Parlare di quote mi sembra quasi una diminuzione”.

Commenti