Fedez risponde a Tiziano Ferro: "Io e l'omofobia su binari paralleli”

Fedez non ci sta ad essere accusato da Tiziano Ferro di bullismo e omofobia e risponde al cantante proponendogli di unirsi per fare qualcosa insieme contro questi fenomeni

Fedez risponde a Tiziano Ferro: "Io e l'omofobia su binari paralleli”

Le ultime dichiarazioni di Tiziano Ferro riguardo gli atti di bullismo compiuti da alcuni colleghi che, anche attraverso le loro canzoni, scherzano sulla sessualità, sembravano essere riferite a Fedez, che ha deciso di replicare attraverso una serie di Instagram story.

Già protagonisti di una querelle ai tempi di “Comunisti col Rolex”, oggi Tiziano Ferro e Fedez tornano ad essere al cento della cronaca rosa per un testo scritto dal rapper dieci anni fa, “Tutto il contrario”, e nel quale cantava in modo edulcorato l’outing dell’artista di Latina. Per mettere immediatamente a tacere ogni illazione in merito a sue presunte posizioni omofobe, Fedez ha preso la parola e chiarito il possibile fraintendimento con il collega.

Prendo per vero quello che ho letto e non do per scontato che quello che ho letto potrebbe non essere vero, visto quello che si trova online. Sembrerebbe che in una conferenza stampa Tiziano Ferro mi abbia accusato di omofobia e bullismo facendo riferimento ad un testo che io ho scritto esattamente una decina di anni fa – ha esordito il marito di Chiara Ferragni sui social - . Mi stupisce un pochino il tempismo di questa dichiarazione, nel senso che questa canzone e questo testo hanno dieci anni, l’ho scritta che avevo 19 o 20 anni, e quando l’ho scritta non avevo una casa discografica, non avevo un pubblico, mettevo le mie canzoni online”. “Poi, questa è diventata una delle canzoni che mi ha lanciato ed è diventata la mia prima canzone famosa in termini underground, non mainstream – ha proseguito Fedez - . Mi fa strano rendere conto di una cosa che ho scritto dieci anni fa perché a 19 o 20 anni si è delle persone completamente diverse e ci si esprime anche in termini e toni completamente diversi”.

Io, però, nella canzone, ‘Tutto il contrario’, inizio dicendo: ‘Vi interessa che Tiziano Ferro abbia fatto outing?’. Proprio per dire che la sessualità di un artista è accessoria al giudizio che do all’artista – ha continuato a giustificarsi Fedez - . Ovviamente poi lo condisco con la scrittura dissacrante che un diciannovenne ha, ma penso negli anni di aver dimostrato che io e l’omofobia viaggiamo in parallelo, siamo su due binari che non si incontreranno mai”. Infine, Fedez ha fatto riferimento alle iniziative avviate con Mika a X Factor proprio contro il bullismo e l’omofobia, e ha invitato Tiziano Ferro a non litigare a mezzo stampa, ma ad unirsi con lui per fare qualcosa di bello e importante contro questi tristi fenomeni.

Commenti