Il fenomeno di "Top" che intuisce le tendenze

Su Rai Uno

Il  fenomeno di "Top" che intuisce le tendenze

Un programma che racconta la moda e il made in Italy. In poche parole, la nostra storia. Top- Tutto quanto fa tendenza, ideato cinque anni fa da Angelo Mellone, scrittore, autore e capostruttura Daytime e Speciali di Rai1 (in onda alle 0.40 su Rai), sabato ha superato il 12% di share medio e ha raggiunto un milione di spettatori. «È uno spazio che racconta la moda italiana diventata ormai cultura, con uno sguardo all'estero che non ha mai bisogno di diventare esterofilia». In onda fino a giugno, nella puntata del 4 maggio gli inviati saranno di nuovo alle prese con tendenze locali e internazionali.

Tra questi, la giornalista Gloria Aura Bortolini proseguirà il suo viaggio tra i quartieri più cool di Parigi. L'ex schermitrice Margherita Granbassi trascorrerà una giornata a Trieste, sua città di nascita, dove si cimenterà in un'arrampicata e incontrerà artigiani locali molto particolari. L'inviato Mirko Gancitano ci racconterà bellezze inedite di Venezia. La fashion reporter Valeria Oppenheimer si soffermerà sulle tendenze moda 2019 e Clizia Incorvaia sui party milanesi più esclusivi. Protagonista di un'intervista con il conduttore Angelo Mellone sarà Roberto D'Agostino, che parlerà di look, moda, social e storia del web.

«È un programma di servizio pubblico che si interroga sul made in Italy, dalla cucina, al design, alla moda e si compara all'estero, per raccontare il valore delle nostre eccellenze», racconta Mellone. «Abbiamo scovato il sarto tarantino che ha confezionato le camicie per il matrimonio di William d'Inghilterra, il calzolaio marchigiano che fa le scarpe per i Papi, la fabbrica che produce nel Mugello il cachemire più puro al mondo. Lo spirito del luogo è legato al prodotto e questo tipo di produzione richiede una competenza che non si può copiare e non può essere riprodotta altrove».

Il «fatto in Italia» come valore aggiunto, quindi, come tratto d'identità. «Le tendenze passano, ma la nostra moda resiste nel mondo da decenni e non è affatto una casualità. Non è un caso che sia tornato il fatto su misura, l'abito sartoriale italiano. Oggi più che mai è importante potersi distinguere dagli altri, raccontare la propria individualità, in contrasto alla massificazione che ci viene imposta dai social».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti