Lo struggente post della Lessa per il figlio morto in culla: "Nel mio cuore oggi compi 19 anni"

Su Instagram, Fernanda Lessa commuove i suoi follower con un messaggio di auguri al figlio morto prematuramente: "Auguri al mio angioletto per i suoi 19 anni nel cuore della mamma"

Lo struggente post della Lessa per il figlio morto in culla: "Nel mio cuore oggi compi 19 anni"

Grazie alla sua partecipazione al Grande Fratello Vip, Fernanda Lessa è riuscita a far conoscere al grande pubblico gli aspetti più tormentati della sua vita e il percorso di rinascita che è riuscita a intraprendere dopo aver toccato il fondo.

Ma le tragedie che hanno segnato la sua esistenza continuano a farsi sentire anche quando le cicatrici sembrano essere guarite. Con uno struggente post su Instagram, la modella ha fatto commuovere il web con un tenero messaggio di auguri rivolto al figlio morto prematuramente nel 2000, a sole due settimane di vita.

Per accompagnare le dolorose parole, Fernanda Lessa sceglie una vecchia foto in bianco e nero in cui si mostra in posa con un bikini a righe. Ma a richiamare l'attenzione è il pancino che evidenzia teneramente l'attesa di una nuova vita. A commento della foto, l'ex gieffina scrive: "Pancione nell'anno 2000. Auguri mio angioletto Joaquim per i suoi 19 anni nel cuore della mamma e nel cielo a guardarmi le spalle. 7-05-2000/21-05-2000".

Il messaggio appare come uno straziante ricordo in cui Fernanda Lessa ribadisce il fatto che Joaquim è sempre vivo nel suo cuore, e allo stesso tempo sembra una richiesta d'aiuto, affinché il suo "angioletto" da lassù possa prendersi cura di lei e delle sue debolezze.

Già durante un'intervista rilasciata a Gabriela Parpriglia per il programma Seconda Vita su Real Time, Fernanda Lessa aveva parlato della sua tragedia: "Mio figlio è nato, ha fatto sette giorni, poi lo hanno operato ed è stato 15 giorni in terapia intensiva". Solo dopo la prematura morte del piccolo, era stata scoperta la causa: "Dopo che è morto, abbiamo scoperto il motivo della sua sofferenza. Era una cosa congenita, per una malattia che gli ho passato io. Aveva una vena in più al cuore, avevo una rabbia e odiavo tutti". "

"Dopo la sua scomparsa, sono stata operata anche io per questo problema", aggiunse in quell'occasione, con la voce rotta da un pianto di dolore. Ma in quel momento, alla disperazione si aggiunse anche un immotivato senso di colpa, in quanto Fernanda Lessa si riteneva causa - seppur inconsapevole - della malformazione congenita del cuoricino del piccolo.

Questo trauma condusse la modella nel pericoloso labirinto dell'alcol, che vedeva come suo unico "amico fedele". Fortunatamente questa effimera e dannosa amicizia si è conclusa nel 2017. Da quel momento Fernanda Lessa è riuscita a rinascere, ma si tiene ben stretta le sue cicatrici, come ricordo della vita passata e come monito per un futuro migliore.

Commenti