Gf, Aristide: "Usavano vibratori di legno..."

A 24 ore dalla finale del reality condotto da Alfonso Signorini, Aristide Malnati organizza l’ultimo caffè letterario dove sconvolge gli inquilini della Casa con alcuni dettagli di un papiro erotico risalente agli antichi Egizi

Archeologo, egittologo e mummiologo – da qui il soprannome ‘Mummy’ – Aristide Malnati è nato a Milano nel 1964 e ha frequentato il Liceo Classico Omero. Qui ha conosciuto Alfonso Signorini, figura fondamentale nella sua vita. Un’amicizia, la loro, che è durata nel tempo fino a quando Signorini non ha deciso di affidargli una rubrica sul suo settimanale. Successivamente, Signorini lo ha presentato al pubblico in occasione dell’edizione 2016 dell’Isola dei Famosi in qualità di concorrente. "Un nerd, che non sa proprio cosa sia la televisione. Un portatore sano di cultura, l’unico in grado di distinguere un dialogo di Socrate da un fondo di Sofri", queste le parole che ha scelto per descriverlo.

E, dopo l’Isola dei Famosi, Aristide è entrato persino nella casa del Grande Fratello Vip. Qui, alternandosi tra momenti seri a quelli più leggeri, si è divertito e messo in gioco senza mai rinunciare all'intelligenza che lo contraddistingue e al suo bagaglio culturale. Grazie al suo carattere pacato e curioso è riuscito a legare con molti coinquilini, costruendo un buon rapporto sia con Antonella Elia sia con Antonio Zequila, e facendo emozionare il pubblico per il suo rapporto con la madre. Trai i momenti che lo hanno visto protagonista durante questa quarta edizione del reality ricordiamo le lezioni di latino con Sossio Aruta, a quelle di proverbi napoletani a cui si sottopone l'egittologo, fino alla sua improvvisazione rap.

Sta di fatto che, prima del verdetto finale che andrà in onda questa sera, Aristide Malnati ha voluto deliziare i suoi compagni di viaggio con un’ultima perla di saggezza. Per questo motivo ha organizzato un caffè letterario che ha riscosso grande interesse all’interno della Casa.

Così, durante l’incontro in giardino, Aristide ha spiegato nei dettagli a Sossio Aruta, Paolo Ciavarro e Antonella Elia un famoso papiro erotico risalente agli antichi Egizi. Durante la spiegazione, l’egittologo, visibilmente a disagio, ha raccontato: "Sul papiro sono rappresentati gli egizi in fila indiana. Facevano una sorta di trenino…". Poi, però, ecco che ha aggiunto un dettaglio sconvolgente: "Nell’antichità si utilizzavano i vibratori di legno".

A questo punto Antonella Elia, con il suo solito stile disinvolto e simpatico, ne ha approfittato per mettere ancora più in difficoltà l’amico Aristide e, con fare piuttosto malizioso, gli ha chiesto: "Però io non ho capito questa cosa del trenino, cosa significa? Mi fai vedere una posizione?". Davanti all’insolita richiesta, Aristide si è tirato indietro imbarazzatissimo ed è così che l’ultimo caffè letterario si è concluso tra grosse risate.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.