Giovanna Rei: "Vi racconto il mio incontro con Weinstein"

Anche l'attrice napoletana Giovanna Rei ha incontrato sulla sua strada Harvey Weinstein. In un lungo post su Facebook svela il faccia a faccia

Giovanna Rei: "Vi racconto il mio incontro con Weinstein"

Anche l'attrice napoletana Giovanna Rei ha incontrato sulla sua strada Harvey Weinstein. In un lungo post su Facebook riportato da Dagospia, racconta la sua epserienza vissuta faccia a faccia con il produttore finito nella bufera con le accuse di violenze e abusi. "Ho incontrato Weinstein anch io sul mio percorso , ero poco più che ragazzina , stesso modus operandi , invitata da amici ad una cena nella suite dell hotel Hassler , mi e' bastato trattenermi in bagno per pochi minuti , esco e con con mia sorpresa e timore scopro che erano tutti spariti , alla mia domanda dove sono gli altri mi rassicura dicendomi che erano scesi nella hall , ma che sarebbero presto risaliti", ha affermato la Rei. Poi il racconto entra nel vivo e la Rei parla di un momento di grande imbarazzo vissuto proprio con Weinstein: "Lui molto garbatamente mi mostra la sceneggiatura di Chocolat , dicendomi che era interessato a me come protagonista , a quel punto nonostante la giovane età ho avuto la conferma che ero in trappola; mi sono guardata attorno e nello sconforto ho compreso che non avevo vie d'uscita , non esisteva porta d'ingresso , ma un ascensore privato con accesso nel salone della room, cerco la chiave non c'era!". A questo punto arriva il racconto della "proposta indecente": "Nello sconforto ho pregato che non m accadesse nulla ed invece lui e' ritornato nudo davanti a me ( una visione orribile ) con in mano una crema per il corpo , chiedendomi gentilmente un massaggio io mi sono dolcemente rifiutata , all inizio e' stato calmo , continuava a dirmi please please non voglio fare sesso , voglio solo rilassarmi con un massaggio ... io terrorizzata continuavo a dire no , non ne sono capace , finché mi ha afferrata per un braccio strattonandomi verso la camera da letto!!!". Infine l'epilogo, così si è messa al riparo dalle presunte richieste particolari di Weinstein: "Grazie a Dio ho reagito urlando e dando calci , intimandolo di farmi uscire altrimenti avrei urlato a squarciagola , fortunatamente L ho spaventato , mi ha supplicato di stare zitta e mi ha accompagnato al piano terra , in ascensore mi ha detto : allora e' vero che le donne napoletane sono così toste ??? Ecco l'ho raccontata , ho sempre custodito questo brutto ricordo per non dargli troppo peso ! L accaduto da un lato mi ha traumatizzata dall altro mi ha inorgoglita io piccola donna ho spaventato l'orco!!!".

Commenti