Harvey Weinstein rivela: “Jennifer Lawrence ha vinto l’oscar perché è venuta a letto con me”

Nello scandalo che ha dato vita al movimento #MeToo ora viene coinvolta anche il premio Oscar Jennifer Lawrence

Harvey Weinstein rivela: “Jennifer Lawrence ha vinto l’oscar perché è venuta a letto con me”

Clamorosa rivelazione nell’infinita storia di Harvey Weinstein il super potente produttore di Hollywood accusato da Asia Argento di averla molestata. Questa volta è finita al centro del gossip l’attrice premio Oscar Jennifer Lawrence.

Tutto è iniziato quando Weinstein è stato citato in giudizio dall’attrice Jane Doe che ha affermato di essere stata molestata e costretta ad un rapporto orale da Weinstein che avrebbe minacciato in caso lei non avesse accettato, di rovinarle la carriera.

Secondo alcuni documenti del tribunale Jane ha riferito che Weinstein le disse: “Ho dormito con Jennifer Lawrence e guarda ora dov’è, ha vinto un oscar. Il film in questione è “Il lato positivo - Silver Linings Playbook” del 2012 che fece vincere un Oscar alla Lawrence come migliore attrice e venne prodotto da Weinstein.

Tirata in ballo la Lawrence ha subito smentito la cosa “Mi si spezza il cuore - ha detto — per tutte le donne che sono state vittime di Harvey Westein. Non ho mai avuto altro che una relazione professionale con lui, e questo è l’ennesimo esempio delle tattiche e delle menzogne che ha detto per attirare tante donne”.

Gli avvocati di Weinstein hanno in qualche modo ‘difeso’ le affermazioni della Lawrence confermando che Weinstein stesso si dice dispiaciuto perché con lei ha avuto solo un rapporto professionale e rispettoso, e che è stata trascinata in questo brutto tentativo di diffamazione da qualcuna che voleva attirare l’attenzione della stampa (riferendosi a Jane Doe).

Non sappiamo se questo sia vero o no, ma in ogni caso sembra che siano ormai pochissime le attrici americane che non hanno denunciato di aver subito molestie per poter lavorare. Un vaso di Pandora che scoperchiato sta facendo uscire rivelazioni davvero indicibili.

Commenti