Jovanotti, il tour è poco "green": siepi tagliate e bottiglie al sole

Continua la rovente polemica tra il cantante e le associazioni ambientaliste. Per il concerto di Montesilvano, in Abruzzo, alcuni residenti lamentano il taglio delle siepi del lungomare. Inoltre, lasciate al sole migliaia di bottiglie d'acqua

Jovanotti, il tour è poco "green": siepi tagliate e bottiglie al sole

Il "Jova beach tour" di Lorenzo Cherubini, meglio conosciuto come Jovanotti, è il caso musicale - e non solo - dell'estate 2019. Da qualche tempo, infatti, il cantautore toscano è finito nel mirino delle associazioni ambientaliste, per le quali l'organizzazione della tournée dell'artista sarebbe poco rispettosa dell'ambiente. Polemiche a non finire che hanno indotto Jovanotti a rispondere con un duro post su Facebook, dove ha scritto che "il mondo dell'ambientalismo è più inquinato dello scarico della fogna di Nuova Delhi".

"Hanno detto che abbiamo abbattuto alberi, sterminato colonie di uccelli, spianato dune incontaminate, costruito eliporti (eliporti!!), disorientato fenicotteri, prosciugato stagni, gettato napalm sulle piantagioni di canna da zucchero del sud-est asiatico, trivellato il mare", lo sfogo dell'autore de "L'ombelico del mondo". Ma lo scontro tra Jovanotti e gli ecologisti non accenna proprio a placarsi. Al contrario, viene alimentato dalle accuse lanciate dai Verdi abruzzesi. Infatti, in vista della prossima tappa del Jova Beach Tour, in programma il 7 settembre a Montesilvano (Pescara), gli ambientalisti denunciano da parte dell'organizzazione della tournée il taglio delle siepi del lungomare, definite dall'assessore comunale al demanio "un ammasso e ricettacolo di sterpaglie, siringhe e immondizia".

Allo stesso tempo, come riporta Greenme, un utente di Facebook ha scritto che "gli operai hanno tagliato tutto il verde dalla spiaggia dove ci sarà il concerto di Jovanotti il tutto in una maniera davvero insensata. Avete consigli su come bloccare subito questo scempio?". Ma le nuove critiche al cantante non si limitano alle operazioni di sfoltimento del verde attorno all'area dove troveranno posto gli spettatori. Infatti, in un video girato da Cityrumors Abruzzo a ridosso dello spazio "liberato" per lo spettacolo di Jovanotti, si vedono alcuni cassoni di bottigliette d'acqua - da distribuite al concerto - tenute sotto al sole. Pratica vietata, come ribadito da una sentenza del 2018 della Corte di Cassazione, dato che la plastica può rilasciare sostanze nocive se esposta a fonti di calore. Un altro guaio per l'autore di "Per te", che difficilmente dimenticherà - nel bene e nel male - la tournée estiva di quest'anno.

Commenti