Spettacoli

Kanye West in lacrime: "Stavamo per uccidere nostra figlia"

In corsa per la Casa Bianca, il rapper Kanye West domenica 19 luglio ha tenuto il suo primo comizio in South Carolina, lasciando la folla scioccata dalle sue dichiarazioni

Kanye West in lacrime: "Stavamo per uccidere nostra figlia"

E' stato un primo comizio col botto, quello di Kanye West. Il chiacchierato rapper americano ha dato inizio alla sua “personalissima” corsa per la presidenza degli Stai Uniti a Charleston, South Carolina, lasciando il pubblico sotto choc. Con addosso un giubbotto antiproiettile e “2020” rasato sulla testa, West ha pronunciato un discorso decisamente fuori dagli schemi. Vari i temi toccati dal cantante, che è scoppiato a piangere nel mezzo del discorso, raccontando un aneddoto intimo riguardante lui e la moglie.

West ha affermato che “l'aborto dovrebbe essere legale, ma bisognerebbe dare un milione di dollari a chi vuole dare alla luce un figlio”. Sull’orlo delle lacrime West ha poi rivelato al suo pubblico che “stava per uccidere” la sua primogenita North. “La mia ragazza mi chiamò urlando, piangendo. Mi disse che era incinta, ha dichiarato il cantante nel bel mezzo del comizio. E ancora, ha raccontato di come Dio l’abbia ispirato e condotto verso la direzione giusta. “Ero al computer e il mio schermo diventò bianco e nero. E Dio mi ha detto: ‘Se mandi a quel paese i miei piani, io manderò a quel paese i tuoi‘. Così ho chiamato mia moglie e le ho detto che avremo avuto questo figlio. Aveva le pillole in mano”, ha infine urlato alla folla West fuori di sé.

Quelli dell’aborto e della religione, non sono gli unici temi toccati da West. Il cantante, che ha rivelato pubblicamente di soffrire di problemi mentali, ha toccato il problema del razzismo, criticando apertamente l'attivista Harriet Tubman di "non aver davvero liberato gli schiavi, ma di averi fatti lavorare per i bianchi". Il marito della Kardashian ha poi detto la sua sua un'altra tematica molto dibattuta negli Stati Uniti: il possesso di armi, che il rapper supporta. “Le armi non uccidono le persone”, ha dichiarato West. “Sono le persone ad uccidere le altre persone”. Il discorso “sui generis” del marito di Kim Kardashian è stato giudicato da molti "folle" e ”delirante”, frutto del suo disturbi bipolare. “Vi ho già detto che Kanye non ci sta tutto con la testa”, scrive su Twitter un utente. “Ha bisogno che qualcuno lo aiuti, non è divertente”.

Commenti