Kasia Smutniak in volo con le Frecce Tricolori

"Cambiare la prospettiva sul mondo", ecco perché Kasia Smutniak ama volare e guardare tutto dall'alto. In un post su Instagram la sua emozione per l'esperienza a bordo delle Frecce Tricolori

Kasia Smutniak in volo con le Frecce Tricolori

Kasia Smutniak ha preso il volo. La modella e attrice polacca, ma naturalizzata italiana, ha vissuto un'avventura straordinaria nei cieli del nostro Paese a bordo delle Frecce Tricolori, la pattuglia acrobatica dell'Aeronautica Militare. L'ex compagna di Pietro Taricone ha condiviso sui suoi social un post con numerosi scatti effettuati in volo sull'aeromobile MB-339. Alla modella è stata consegnata una particolare tuta aeronautica corredata di uno stemma di riconoscimento con il suo nome, identico a quelli indossati dai piloti.

Kasia Smutniak non ha mai nascosto la sua passione per il volo in ogni sua forma. Con l'ex compagno condivideva la passione per i lanci con il paracadute, che all'uomo è stata fatale nel 2010. Pietro Taricone e Kasia amavano lanciarsi e provare il brivido della caduta libera prima dell'apertura della vela, che li conduceva dolcemente al suolo. Nel 2009 la modella è stata vittima di un piccolo incidente a causa del paracadute che non si è aperto. Dopo qualche attimo di paura, fortunatamente Kasia riuscì ad aprire quello di riserva, che la fece atterrare sana e salva al suolo.

Dopo la morte di Pietro Taricone, la modella ha rinunciato al paracadutismo per amore della loro bambina Sophie ma non ha perso l'amore per il volo e per l'adrenalina. Lo spiega lei stessa nel lungo post che accompagna le immagini della sua esperienza acrobatica a bordo del MB-339: “Volare per me è sempre stato naturale, istintivo. Non si tratta di adrenalina, di una sfida o di eccitazione legata al pericolo. Si tratta del punto di vista.[...] La nostra Terra vista da sopra non sarà mai più la stessa. Una volta cambiato il punto di vista cambia il mondo che ci circonda. E di conseguenza cambiamo anche noi.” Una riflessione profonda che spiega perfettamente la grande sensazione di libertà in volo di Kasia Smutniak, che non ha perso occasione per ringraziare la pattuglia delle Frecce Tricolori che le hanno permesso di vivere questa esperienza presso la base di Rivolto, in provincia di Udine: “Non ci sono parole per esprime la mia gratitudine per #freccetricolori per aver reso possibile la realizzazione del mio sogno più grande. Quello di vedere la Terra da un altra prospettiva!

Volare per me è sempre stato naturale, istintivo. Non si tratta di adrenalina, di una sfida o di eccitazione legata al pericolo. Si tratta del punto di vista. Una volta immersi sott'acqua, il mare non sarà più solo una linea che divide l'orizzonte dalle onde. Un albero non sarà solo un tronco e un intreccio di rami e foglie. Una montagna vista da dentro, non sarà solamente una superficie da scalare ma un mondo immenso tutto da scoprire. La nostra Terra vista da sopra non sarà mai più la stessa. Una volta cambiato il punto di vista cambia il mondo che ci circonda. E di consequanza cambiamo anche noi. Non ci sono parole per esprime la mia gratitudine per #freccetricolori per aver reso possibile la realizzazione del mio sogno più grande. Quello di vedere la Terra da un altra prospettiva! ... Flying for me has always been natural, instinctive. Is not about adrenaline, challenge or excitement related to danger. Is about the point of view. Once immersed under water, the sea will no longer be just a line that divides the horizon from the waves. A tree will not only be a trunk and a tangle of branches and leaves. A mountain seen from inside will not only be a surface to climb but an immense world to be discovered. Our Earth seen from above will never be the same again. Once the point of view is changed, the world around us changes. And consequently we too change. There are no words to express my gratitude for #freccetricolori for realizing my greatest dream. To see the Earth from another perspective! ... @aeronautica.militare @frecce_tricolori.page #prospettivasmutniak

Un post condiviso da KasiaSmutniak (@lasmutniak) in data:

Commenti