L'indiscrezione inaspettata: "La regina Elisabetta ha usato Meghan per una corona multietnica"

Nuove indiscrezioni sull’ultima fatica letteraria di Lady Colin Campbell puntano il dito contro la regina Elisabetta, che avrebbe acconsentito al royal wedding tra Harry e Meghan Markle per mere ragioni opportunistiche

Il nuovo libro di Lady Colin Campbell, “Harry and Meghan. The Real Story”, assomiglia sempre di più a uno di quegli incendi divampati in un secondo, apparentemente dal nulla, ma quasi impossibili da domare. Ogni pagina nasconde un colpo di scena, un possibile scandalo abilmente celato dalla royal family. L’ultima indiscrezione trapelata dalla biografia bomba coinvolgerebbe Meghan Markle e la regina Elisabetta. Come riporta il Daily Mail, Lady Colin Campbell ha scritto che la sovrana avrebbe acconsentito alle nozze tra Meghan e Harry per un solo motivo molto ben calcolato: "rinnovare" la monarchia e strizzare l'occhio ai progressisti.

L’informata lady inglese afferma: “Un principe una volta mi ha detto: ‘Se Meghan non fosse stata di colore, la sua relazione con Harry non sarebbe mai stata permessa’. Questa è l’unica cosa che ha giocato in suo favore”. Insomma la regina Elisabetta avrebbe "usato" Meghan Markle per presentare una nuova immagine multietnica della Corona? Naturalmente non sappiamo se sia andata davvero così. Può darsi che la monarca abbia intravisto nel matrimonio tra i Sussex un vantaggio per la royal family ma, nello stesso tempo, da nonna, abbia anche compreso la profondità del legame tra Harry e Meghan.

Le affermazioni di Lady Colin Campbell potrebbero minare alla base la monarchia a causa delle loro implicazioni politiche. Dalle parole di Lady Campbell sembra di capire che per Sua Maestà la presenza di una ragazza di colore tra i Windsor fosse non solo una specie di "biglietto da visita" da esibire di fronte all'opinione pubblica, ma anche un modo per attirare le simpatie della sinistra inglese. La regina Elisabetta potrebbe aver visto in Meghan il volto nuovo della Corona, in grado di attirare le simpatie dei sudditi, ma senza innescare una vera rivoluzione a corte.

Inoltre Lady Colin Campbell evidenzia che il royal wedding avrebbe “reso la monarchia al contempo un’espressione e una rappresentazione efficace dell’Inghilterra multiculturale e multirazziale. Effetto, questo, che un matrimonio ipotetico con un’attrice californiana, bianca e popolare, non avrebbe mai sortito”. Lady Colin Campbell porta anche una presunta frase della regina Elisabetta a sostegno della sua tesi, raccontando che la sovrana, “nota per essere una persona di spirito, ha detto a un amico: ‘Mr Corbyn avrà molte più difficoltà a sbarazzarsi di noi, ora che Meghan è parte della famiglia”.

Jeremy Corbyn è un parlamentare noto per le sue posizioni antimonarchiche. Dunque la regina Elisabetta avrebbe fatto di Meghan Markle qualcosa di molto simile a uno scudo in grado di proteggere i futuri monarchi d’Inghilterra. La duchessa di Sussex come garanzia di sopravvivenza della monarchia. Qualcosa, però, sarebbe andato storto, sfuggito di mano ai Windsor per poi esplodere nella Megxit. Forse non sapremo mai se Lady Colin Campbell ha ragione e fino a che punto Elisabetta avrebbe sfruttato Meghan e viceversa. Non è escluso, infatti, che la duchessa abbia tacitamente accettato questa presunta situazione, scorgendone i lati positivi e le prerogative in base a dei possibili progetti personali. Non a caso la lady scrittrice collega a questa indiscrezione tutta da verificare un’altra altrettanto forte.

Meghan Markle avrebbe intenzione di aprirsi un varco in politica, un percorso che la porterebbe fino alla Casa Bianca. A tal proposito Lady Colin Campbell dichiara: “Io so che la duchessa del Sussex ha ambizioni politiche e mi è stato detto che un giorno correrà per la Presidenza”. Dunque per Meghan Markle aver fatto parte della royal family sarebbe stato un trampolino di lancio verso più alte ambizioni e la decisione di lasciare Londra una irrinunciabile opportunità per realizzarle. Sembra davvero un paradosso, ma se queste indiscrezioni venissero verificate, ciò vorrebbe dire che la duchessa ha saputo scegliere il momento giusto per restare e quello ancor più giusto per andare via.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.