Fedez fa il dito medio alla leghista: "Mi spiace per tuo figlio"

L'assessore leghista ha commentato su Facebook la moda di Fedez di tingersi le unghie, scatenando la reazione del cantante su Instagram con tanto di gestaccio

Fedez fa il dito medio alla leghista: "Mi spiace per tuo figlio"

Il commento sullo smalto del rapper fatto da Laura Laviano, assessore della Lega al Commercio del comune di Macerata, sulla sua pagina Facebook non è proprio piaciuto a Fedez. Il cantante sui social network ha attaccato l'esponente leghista senza risparmiargli frecciatine e addirittura gestacci, solo per il fatto di aver espresso un'opinione personale, tra l'altro su suo figlio.

"Se dovessi vedere mio figlio con lo smalto - ha scritto Laura Laviano sul suo profilo Facebook - a parte che penserei subito ad un cambio di persona, ma subito dopo lo spedirei fuori di casa". Una considerazione condivisa con i suoi follower che però non è sfuggita a Fedez, che sul web ha fomentato la polemica.

A dare il "la" all'attacco è stata la condivisione da parte dell'assessore leghista di un post nel quale si pubblicizzava la nuova linea di smalto creata da Fedez. Il cantante non ha proprio gradito quel piccolo commento a margine del post e si è scatenato. Prima ha condiviso nelle storie del suo profilo Instagram lo screenshot di un articolo relativo al commento, scrivendo "Mi spiace per il figlio più che altro". Poi ha lanciato addirittura un sondaggio social: "Facciamo un gioco? Indovina il partito?". Pubblicando successivamente la scheda anagrafica dell'assessore "Partito: Lega Salvini", con l'aggiunta personale: 'Bravi! Avete vinto un poster di Pillon che fa il culturista". Ma la replica del rapper non si è fermata qui.

Prima di concludere il suo attacco all'assessore Laviano, Fedez ha pubblicato un video in cui mostra la mano con lo smalto, sfogandosi: "Comunque è incredibile come un semplice smalto riesca a stanare gente come questa, che poi non capisco cosa li mandi in tilt di un ca... di smalto, è solo uno smalto. Guardate è bellissimo, dico, guardate è fantastico". Concludendo con l'inequivocabile gesto del dito medio. L'ennesimo assalto agli esponenti della Lega Nord. Come quello avvenuto pochi giorni fa, e che ha tenuto banco per lungo tempo sul web, contro il senatore Simone Pillon sul ddl Zan.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti