Marco Bocci canta sui social: "Sbrocchiamo ma resistiamo"

La quarantena dell’attore e della sua famiglia è documentata attraverso i social dove, insieme alla moglie Laura Chiatti, ha condiviso un divertente filmato nel quale interpreta un brano di successo insieme ai figli

La musica è diventata uno dei migliori passatempi degli italiani in queste settimane di lunga quarantena. Musica e balli dal balcone, concerti in diretta social e tanto karaoke live. Insomma si fa quel che si può per scacciare la noia (e la malinconia) e cercare di far passare il tempo. É quello che stanno facendo, da giorni, moltissimi volti noti italiani e anche Marco Bocci e Laura Chiatti, che sul web condividono con i numerosi follower i loro momenti canori.

Nell’ultimo video pubblicato sul suo profilo ufficiale di Instagram l’attore, reduce dall’esordio alla regia con il film "A Tor Bella Monaca Non Piove Mai", ha intrattenuto i suoi fan con un divertente video musicale, scatenando anche la reazione ironica della moglie Laura Chiatti che, nei commenti, ha scritto: "Io vado a vivere in garage". Marco Bocci ha regalato una versione live del famoso brano del 1979 di Lucio Dalla, "Anna e Marco". Con tanto di microfono da karaoke in versione dorata, Marco Bocci ha interpretato la canzone, sostituendo qualche parola ad hoc e contestualizzando il brano all’attuale situazione, coinvolgendo nel gioco anche i suoi due figli Pablo e Enea, muniti di colorati strumenti musicali.

Il video social, che ha raccolto migliaia di visualizzazioni è stato pubblicato sulla sua pagina Instagram con l'ironica descrizione: "Sbrocchiamo ma RESISTIAMO a casa". Un messaggio, quello di rimanere nelle proprie case, che l'attore e la sua compagna avevano già lanciato nei giorni scorsi quando erano stati ospiti di Eleonora Daniele nel programma "Storie Italiane". Durante il collegamento in streaming con la trasmissione mattutina di Rai Uno, Marco Bocci ha spiegato di stare vivendo chiuso nella sua abitazione di Perugia con la sua famiglia. L'attore ha anche spiegato le difficoltà incontrate nel riuscire a intrattenere i suoi figli tra le mura domestiche: "Bisogna trovare il modo di intrattenere i bambini senza farli sentire in trappola, per quanto ormai siano molto intelligenti e capiscano la situazione, hanno bisogno di spazi, di vivere, di sfogarsi fisicamente e quindi tutto di tempo lo investiamo su di loro per farli vivere nel modo più sereno possibile questo particolare momento".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.