Maria Grazia Cucinotta contro l'esodo verso Messina

In un nuovo intervento radiofonico, Maria Grazia Cucinotta ha fermamente stigmatizzato l'esodo registratosi nelle ultime ore verso la sua città natale, Messina

L'emergenza coronavirus ha registrato nel Belpaese 63.927 casi positivi di contagio e 6.077 morti. Questo, secondo i relativi dati forniti dalla Protezione civile e aggiornati allo scorso 23 marzo. E i significativi aumenti di contagiati e vittime registratisi in Italia destano preoccupazione, non solo per la gente comune. Tra i vip c'è chi, non a caso, ha invitato tutti a fare prevenzione del Covid-19, rispettando meticolosamente le disposizioni governative stabilite per fronteggiare la pandemia. E in un intervento radiofonico concesso a Un giorno da pecora, format in onda su Rai Radio, un'attrice italiana molta amata non ha lesinato parole sull'emergenza di Covid-19. Si tratta di Maria Grazia Cucinotta. Che, in particolare, si è scagliata contro tutti i responsabili dell'esodo verso la Sicilia, registratosi nelle ultime ore allo Stretto di Messina e che ha indignato il sindaco della città portuale in questione, Cateno De Luca.

"Mi ha chiamato mia sorella da Messina - ha esordito l'attrice, nell'intervento- e mi ha detto che sono sbarcate non so quante automobili”. Il noto volto messinese ha, inoltre, tenuto a invitare i radioascoltatori alla prevenzione del Covid-19, che sta mettendo in ginocchio il sistema sanitario nazionale: “Consiglio a tutti vivamente di stare a casa. Oggi mi ha chiamato mia sorella da Messina. E mi ha detto che sono sbarcate non so quante automobili provenienti dal Nord. Vedo che la gente minc…na resterà sempre minc...na”. E, stigmatizzando la condotta assunta da chi si sposta nel Belpaese in piena emergenza, ha concluso: “Almeno restassero tappati dentro le loro case. Il problema grosso è che questi vanno in giro".

Da giorni, l'attrice messinese si adopera per sensibilizzare la collettività sull'importanza della prevenzione del coronavirus. Nella descrizione di un nuovo scatto realizzato per Vanity Fair e condiviso con il web su Instagram, la Cucinotta ha, non a caso, riportato un messaggio di supporto per la sua città natale: "#IosonoMessina. Uniti per fermare il virus. In questo momento è importante essere tutti uniti. Rispettiamo le regole. E stiamo a casa. Questo è il primo passo per sconfiggere il virus. Se stiamo a casa evitiamo di infettarci e trasmettere il virus ai nostri familiari. Infrangere le regole ti può far sentire figo. Ma, nella realtà sei solo un cretino che mette a rischio vite umane. @vanityfairitalia @marchettisimone #iosonomilano #iosonomessina #iosonolamiacittà #mariagraziacucinotta #iorestoacasa #vanityfair".

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da MariaGraziaCucinotta Official (@maria_grazia_cucinotta) in data: 12 Mar 2020 alle ore 10:50 PDT

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.