Sfogo duro di Platinette: "Nuova legge contro l'omofobia? Ecco perché è una p... colossale"

In un'intervista fiume concessa a La Verità, Mauro Coruzzi (in arte Platinette) sconfessa il pensiero comune LGBT e si dice contrario a unioni civili e ddl Zan, in favore della singolarità e dell'assenza di "corporazioni"

Mauro Coruzzi è l'anticonformista per eccellenza. È stata la prima drag queen a calcare i palcoscenici della televisione italiana con nome di Platinette. Le sue parrucche biondissime, platinate ed esagerate sono diventate il suo segno di riconoscimento unversale. Sia che salga sul palco come Mauro Coruzzi, in abiti maschili, sia che lo faccia come Platinette, in abiti femminili, ha sempre qualcosa da dire, che spesso porta il suo interlocutore a fare profonde riflessioni. È stato intervistato dal quotidiano La Verità e ha parlato apertamente del ddl contro l'omofobia, schierandosi contro nonostante il suo vissuto e i suoi trascorsi.

Appartiene alla comunità LGBT ma in più di un'occasione ne ha contestato la linea e i modi e anche nell'ultima intervista no ha fatto sconti. Mauro Coruzzi non vede quella per i diritti civili come una questione primaria: "Sia chiaro, se per qualcuno è una priorità dico: perché no? Purtroppo, però, ho visto molte coppie omosessuali sacrificare il loro universo fatto di differenze quasi ne avessero paura, per una voglia di uniformità, per provare un senso di appartenenza. [...] Io sono per la singolarità, vorrei una legge per l'individuo e non ho alcun interesse a formalizzare una famiglia arcobaleno". Al giornalista che gli sottolinea la tesi secondo la quale le unioni civili nel nostro Paese non hanno avuto la diffusione che ci si aspettava a causa dell'impossibilità di genitorialità, Coruzzi ribatte dando il suo pieno disaccordo a quest'ipotesi. Secondo lui, l'unione di due persone non può basarsi esclusivamente sul progetto di genitorialità, "Nelle coppie dello stesso sesso che si sono sposate, e ne conosco tante, non vedo l'esigenza di diventare genitori. Sembra più un mantra, implacabile, solo delle persone famose e benestanti".

Secondo il pensiero di Mauro Coruzzi, il boom iniziale di unioni civili deriva dall'esistenza di tantissime coppie che avevano avviato un progetto di convivenza molto tempo prima della loro introduzione, ma ora che questo bacino si può dire esaurito le domande sono crollate. "Credo che il fallimento sia dovuto in buona parte al poco interesse che gli omosessuali, più di altri, avvertono per il mantenimento di un contratto scritto. Che bisogno hanno del matrimonio, quando i rapporti omosessuali sono poliamorosi?", si domanda Mauro Coruzzi, in completa controtendenza rispetto alla logica comune. Le sue idee sono molto chiare e definite: l'unione civile per lui non è prioritaria, perché se lo scopo è la tutela del partner, allora bastava porre per iscritto da un notaio le proprie volontà "senza dover incorrere in una trafila assistenziale statale dei rapporti amorosi" e sull'utero in affito è ancora più categorico: "È una violenza profonda. Ciò che voglio, lo vado a chiedere a una donna pagandola. Orribile". Sull'adozione per le coppie omosessuali Mauro Coruzzi ha molte riserve e propone la formula dell'affido come "banco di prova dell'amore genitoriale. Siete in grado di reggerne il carico emotivo? Dovete essere pronti a farvi stracciare le arterie se un giorno o l'altro la creatura vi viene portata via".

Da parte sua, Coruzzi non ha mai visto un reale e forte interesse della politica bipartisan per le questioni LGBT: "La sinistra ancora rivendica di essere l'unica depositaria dei diritti degli Lgbt e di saperli trasformare in legge a tutela, ma non è affatto vero. La signora Paola Concia (già deputata del Pd, ndr) nel 2011 andò a sposarsi con la sua partner in Germania, mentre doveva aspettare e combattere perché la legge fosse attuativa nel suo Paese. E non ho traccia di una proposta di legge fatta da Luxuria, ricordo solo che andava in bagno dove c'era la Gardini. Dove è stato Franco Grillini per anni? Sul fronte della destra c'è altrettanta indifferenza ai diritti civili, questo Paese è incapace di confrontarsi su basi differenti".

Coruzzi conferma l'esistenza della cosiddettà "lobby gay" e si dice spaventato da ciò che rappresenta in ambito governativo: "Quello che mi fa davvero paura della lobby omosessuale è un Rocco Casalino nel ruolo di suggeritore a colui che recita la parte del presidente del Consiglio. La politica come facciata e dietro il nulla. Non so se il premier Conte si rende conto dell'umiliazione". La nomina di Monica Cirinnà a capo del dipartimento dei diritti del PD non dà a Coruzzi la sicurezza che nelle intenzioni questa mossa dovrebbe trasmettere alla comunità LGBT e del ddl Zan, che verrà votato nei prossimi giorni, ha un'idea molto chiara: "Chiediamoci se vogliamo l'abbattimento dei generi o se ne vogliamo la codifica in più sfumature possibili dell'arcobaleno, che è una puttanata colossale. In realtà non siamo capaci di rapportarci con gli altri, in quanto individui, ma solo con i gruppi di appartenenza, di corporazioni". Secondo Coruzzi, adesso è il momento di parlare di esseri umani, senza codificare il genere, e sulla legge contro l'omofobia non ha dubbi: "Mi annoia l'idea di dover limitare ancora una volta l'ironia, il linguaggio non convenzionale. Se dico a una persona 'sei proprio una finocchia persa', che cosa c'è che non va? Ci sono famiglie orrende, nuclei familiari imbarazzanti ma perché non si può fare il family day se altri sfilano nel gay pride? E non sopporto il vittimismo, il piagnisteo continuo degli Lgbt"

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

quarantena

Lun, 06/07/2020 - 10:58

Direi un commento pieno di buon senso, libero dal vittimismo e dal piagnisteo estremista no global che ormai ha preso possesso di questioni che sono assolutamente ai margini delle vere grandi questioni nazionali : sei gay e vivi onestamente nel rispetto di leggi e regole civili? Ok, vivi la tua omosessualità serenamente, senza però renderti ingombrante e pretestuoso per il prossimo tuo! E soprattutto non vivere con la pretesa che "gli altri" siano anomali. La tua anormalità deve essere accettata nel contesto civile, senza se e senza ma, ma senza chiedere e pretendere che la società debba essere stravolta per adeguarsi alla tua anomalia.

maxmado

Lun, 06/07/2020 - 11:07

Grande Platinette, da sempre pronto/a a dire ciò che pensa e non a conformarsi a ciò che vorrebbero che dica per il ruolo e la fama che ha, davvero una grande persona. E ancora di più si capisce quanto poco capiscano i nostri politici, a destra, ma ancora di più a sinistra visto che è da questa parte che si ritengono i paladini dei diritti universali.

Ritratto di old_nickname

old_nickname

Lun, 06/07/2020 - 11:12

Chapeau! Essendo sprovvisto di apparecchio TV da sempre non conosco il personaggio. Ma devo complimentarmi per la chiarezza di idee e la condivisibile posizione. Un vero uomo, anche se omo. A dimostrazione che i gusti sessuali non devono mai essere il dicrimine del pensiero (come invece oggi è la norma). Ce ne vorrebbero di più come lui per potere avviare un discorso serio e costruttivo. Peccato che sia una mosca platinata.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Lun, 06/07/2020 - 11:21

Anche tra di loro sembra ci siano persone con un po' di sale in zucca. Purtroppo credo siano poche visto che tendenzialmente sono sinistroidi e si sa, i sinistroidi sono diversamente intelligenti.

Jon

Lun, 06/07/2020 - 11:24

L'Intelligenza non e' una risorsa grillina o piddina. Il diritto e' nel RISPETTO DELL'INDIVIDUO, a qualsiasi categoria appartenga. Nessun Distinguo, dice la Costituzione. Ogni orpello aggiuntivo e' un ILLECITO CORPORATIVO...Proposta di Legge VERGOGNOSA.

Papilla47

Lun, 06/07/2020 - 11:45

La sinistra rivendica di essere la depositaria dei diritti degli Lgbt e di tante altre cose senza essere vero. Ha un solo scopo stare al potere con qualsiasi mezzo. Dagli anni 90 dal PSI alle sardine si sono affacciati nuovi protagonisti dalla vita breve perchè sa come piegare gli eventi a suo favore. Meglio non lamentarsi troppo e accettare questo stato di cose che finire sotto dittatura.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 06/07/2020 - 11:47

l'idea è di balcanizzare la società in tante categorie in lotta fra di loro

Calmapiatta

Lun, 06/07/2020 - 11:49

La Costituzione ha già regolamentato tutto. Non occorre altro. Occorrerebbe invece che i partiti e la Chiesa la finissero di presentarsi come maestri di morale e la piantassero di voler insegnare ai cittadini a vivere. Compito dei partiti e dei governi è intercettare i bisogni dei cittadini e metterli, di conseguenza, in grado di vivere come vogliono, non imporre una visione (la loro visione) agli altri. Quando un partito vuole imporre il suo pensiero alle masse, la democrazia è finita.

Popi46

Lun, 06/07/2020 - 11:58

Platinette può essere più o meno accettabile, ma in questo ha ragione: ravanare sotto le lenzuola di chiunque, maggiorenne e capace di intendere e di volere, NON è da Stato Democratico, è da Stato etico, quello degli Ayatollah, per intendersi

dredd

Lun, 06/07/2020 - 12:03

La prossima modifica costituzionale sarà all'art. 29: La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio o sulla sodomia.

Abit

Lun, 06/07/2020 - 12:08

Mi sembra che il pensiero di Platinette sia ampiamente condivisibile.

Caiofabius

Lun, 06/07/2020 - 13:03

Finalmente una persona che pensa .....!!!!! .... merce rara di questi tempi!!!

tormalinaner

Lun, 06/07/2020 - 13:13

Platinette è una persona equilibrata e intelligente e per merita rispetto. Ma purtroppo l'odio omofobico nasce dall'intolleranza della cultura LGBT che pur essendo una piccolissima minoranza vogliono distruggere quelli che non sono come loro e non tollerano le loro idee di famiglia e genere. Se nel mondo LGBT le persone come Platinette non prendono la maggioranza avremo un futuro di crescente intolleranza alla comunità gay e una legge non servirà a contenerla.

lorenzovan

Lun, 06/07/2020 - 13:43

cavolo oggi nella serie degli orrori che chiaccherano sul Giornale..avete arruolato pure Platinette..proprio vero che al peggio non c'e' limite ..Chi sara' il prossimo ospite?? tremo al pensiero....

roberto67

Lun, 06/07/2020 - 14:05

La sinistra non è interessata all'individuo e ai suoi diritti: al contrario, essendo il suo potere fondato sull'odio di classe, tende a suddividere l'umanità in classi omogenee e ben contrapposte. L'ideologia gender, la comunità lgbt, il gay pride, l'omosessualità da sbandierare come se fosse di interesse pubblico e non un fatto privato, sono tutti strumenti creati ad hoc, a tavolino, per portare a compimento il progetto classista.

Totonno58

Lun, 06/07/2020 - 14:17

...e se lo dice un intellettuale di tale portata...

mariolino50

Lun, 06/07/2020 - 14:21

lorenzovan Platinette sarebbe un orrore, io non guardo quel tipo di programmi, ma queste sono cose da persona molto intelligente, cosa che altri non sono, la libertà di parola è totale o non è, per offese gravi al cosidetto onore cè già il reato di diffamazione, basta e avanza, abolirei anche quello almeno dal penale. Se uno si autodefinisce omosex non può lamentarsi se gli altri lo chiamano in quel modo, magari con termini più del popolo.

ziobeppe1951

Lun, 06/07/2020 - 14:31

Perugini (PERG)...sollazzati dalla tua parte c’è sempre luxuria..orrori arruolati dalla sinistra

Fjr

Lun, 06/07/2020 - 14:32

Sotto quella cofana non c'è solo una dragqueen ma anche un'ottimo giornalista,uno fra i pochi ad usare ancora la materia grigia,stima assoluta per il Sig.Coruzzi

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 06/07/2020 - 14:49

Anche il grande Paolo Poli ricordo che si espresse in termini analoghi riguardo l'opportunità del matrimonio omosessuale esclamando: "il bello dei nostri amori è la libertà e la loro riprovazione" e ancora: " non voglio tornare a casa e trovare uno che ti fa la besciamella", tutto ciò ben prima della legge sulle unioni civili.

lorenzovan

Lun, 06/07/2020 - 14:52

mariolino 50...forse il mio "orrore " e' stato frainteso..nessun riferimento pertsonale o alla vita privata e pubblica..Solo la satira sulla serie di personaggi ..tipo briatore e company..che il Giornale va a scovare per raccogliere le loro perle di saggezza...Se il mio post e«' sembrato discriminatorio..per altri motivi..posso assicurare che se esiste una persona che non discrimina su sesso..religione..aspetto fisico..abitudini di vita..sono io..ho girato il mondo e vissuto in una decina di paesi...

SPADINO

Lun, 06/07/2020 - 15:30

IL SIG. MAURO CORUZZI E' SEMPRE STATO UN UOMO MOLTO SAGGIO ED INTELLIGENTE. LE SUE SCELTE PERSONALI NON MI INTERESSANO.

sullarivadelfiume

Lun, 06/07/2020 - 15:34

lorenzovan, tonno, madonnina come siete bacchettoni e di mente ristretta quando il queer di turno non dice le solite banalità che vi danno sicurezza. Tranquilli, è tutta scena! Anche a Coruzzi, che ha sdoganato per primo il modello queer per famiglie, non frega assolutamente niente degli eccessi della mafia lgbt, anzi non gli pare il vero. Ah tonno... hai dimenticato "l'articolo da leggere sulla spiaggia"; sorprendentemente oggi avevi qualcosa di più articolato da dire.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 06/07/2020 - 15:45

Mauro Coruzzi è, malgrado le apparenze, una persona molto seria e per bene. Non a caso ha mollato Linus, padre padrone di radio deejay, molti anni fa, semplicemente perché non sopporta gli ipocriti e Linus è il campione mondiale dell'ipocrisia.

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Lun, 06/07/2020 - 16:42

Mauro Coruzzi ha sempre dimostrato di essere una persona di intelligenza superiore, onesta, anticonformista e di grande valore umano

lorenzovan

Lun, 06/07/2020 - 16:47

sulla riva del fiume ..ma li leggi i commenti ??? e se li leggi..li capisci ?? riprovaci con il mio delle 14.52