Moreno Merlo: "Ho voluto difendermi dalle menzogne di Paola Caruso"

Sembrano non avere fine le accuse reciproche tra Moreno Merlo e Paola Caruso, ma l’ex tentatore fa chiarezza sulla vicenda e si augura che il piccolo Michele possa avere prima o poi la figura paterna che merita

Deejay con la passione per la moda e il lusso: parliamo di Moreno Merlo, uno dei tentatori dell’edizione 2019 di Temptation Island.

Per molti anni ha infatti ricoperto il ruolo di sales manager per brand importati, poi ha preferito mettersi in proprio e si è fatto conoscere anche per il gossip in qualità di fidanzato di Paola Caruso, sebbene la loro storia abbia poi preso una piega inaspettata e dai risvolti che hanno davvero dell’incredibile.

Poco prima di iniziare a suonare alla consolle durante la festa del suo grande amico Marco Scomparin, organizzata in collaborazione con Veronica Lafleur Events & PR, che si è svolta lo scorso venerdì nella splendida cornice dell’Armani Bamboo Bar di Milano, Moreno Merlo si è confidato su alcune vicende che lo riguardano in prima persona, confermandosi un ragazzo dai sani principi.

Come ricordi la tua esperienza in Temptation Island?

"Prima di entrare in Temptation Island lavoravo in un negozio occupandomi dell’area commerciale e dei rapporti con l’estero nell’ambito della moda. Per me il reality è stata un’esperienza positiva ma, complice il mio segno zodiacale, il Sagittario, è naturale che fosse così. Sono infatti di natura una persona curiosa e così mi attira tutto ciò che è nuovo. Così, quando mi hanno contattato per avermi tra i concorrenti mi sono semplicemente chiesto: 'Perché no?!'".

Nella vita ti rispecchi nel ruolo di tentatore?

"Assolutamente sì, il ruolo di tentatore mi si addice alla perfezione".

Come vi siete conosciuti con Paola Caruso?

"Ci siamo conosciuti alla prima de Il Re Leone dove mi ha colpito la sua sensibilità, la sua tenerezza. Si preoccupava sempre di me chiedendomi la mia opinione su qualsiasi cosa o su come stessi vivendo determinate situazioni, proprio perché io venivo da un mondo molto diverso dal suo. Dopo esserci conosciuti a luglio abbiamo continuato a sentirci per tutto il mese di agosto e, dopo le vacanze che abbiamo trascorso ognuno con i propri affetti, abbiamo deciso di ufficializzare la nostra relazione".

Come hai vissuto il rapporto con il bambino che Paola ha avuto dal suo ex?

"Devo dire che non ho mai seguito la vicenda del suo ex e lei è stata la prima a parlarmene. Al bambino mi ci ero affezionato tanto e anche lui a me. Passavamo infatti tanto tempo insieme ed è normale affezionarsi: per me era come un figlio! Ora, questa assurda situazione che si è creata mi dispiace perché lui non c’entra niente. Inoltre, anche io, proprio come il figlio di Paola, vengo da una situazione molto simile: ho un padre ma sono stato cresciuto solo da mia madre. Per il bimbo, quindi, e non per noi, mi sarebbe piaciuto un finale diverso".

Capita che le storie d’amore possano finire. Ma come mai la vostra sta finendo nel peggiore dei modi tra attacchi e querele?

"Questa è una domanda che bisognerebbe fare a lei. Io mi sono semplicemente trovato in una situazione in cui dovevo tutelare la mia persona in quanto sono stato diffamato con menzogne che non stavano né in cielo né in terra. Non so perché lei lo abbia fatto, anche se ho delle mie idee a riguardo, ma tutto ciò mi dispiace davvero tanto. Personalmente, quello che ho subito e che ho detto me lo sarei tenuto per me se lei non avesse fatto quello che tutti hanno visto. È per questo che quando ha fatto delle dichiarazioni di cose mai successe mi sono sentito in diritto e in dovere di difendermi".

Circolano addirittura alcune voci per cui avresti avuto una frequentazione molto lunga con uno stilista famosissimo. Per questo motivo, tanti hanno sospettato che la tua storia con Paola fosse tutta una messa in scena. Cosa c’è di vero?

"Non c’è niente di vero, anzi. Io ho persino invitato chi ha messo in giro queste voci di fornire delle prove facendo dei nomi. Il risultato? Non ne ho più saputo niente. Non è corretto che solo perché una persona ha il potere della penna abbia anche il diritto di poter scrivere, soprattutto quando la sostanza non c’è. Bisognerebbe accertarsi prima di tutto dei fatti e poi parlare".

Si dice che ora Paola sia sempre più vicina al suo ex, ne sai qualcosa?

"Non saprei e comunque fosse non mi darebbe assolutamente fastidio. Anzi, a dire il vero, mi farebbe piacere proprio perché c’è un bambino in mezzo. Lui non c’entra niente in quello che è successo tra noi ed è giusto che abbia un punto di riferimento nella sua vita, oltre alla mamma. Auguro il meglio a tutti, non sono assolutamente una persona rancorosa".

Ci racconti della tua passione per la musica?

"Ho questa passione fin da piccolo che mi ha trasmesso mio papà visto che faceva il cantante. In particolare, a Milano faccio una serata una volta al mese dove esprimo tutto me stesso attraverso la mia selezione musicale spaziando tra elettronica, house e tech. Oggi, mi occupo di eventi e sono al lavoro su vari progetti che riguardano il mondo della moda e il luxury living, ma non smetto – e non smetterò mai – di coltivare questa grande passione".

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?