Ornella Vanoni: "Coronavirus? Sarei per la chiusura totale in tutta Italia"

Ornella Vanoni commenta lo stato di emergenza sanitaria del Paese in seguito alla diffusione del coronavirus e aggiunge: "Chiuderei tutta l'Italia"

Tra i personaggi del mondo dello spettacolo che stanno seguendo da vicino l’emergenza coronavirus in Italia c’è anche Ornella Vanoni che, riguardo alla situazione attuale del Paese, ha un’idea ben chiara sul da farsi.

L’Italia è stata dichiarata da 48 ore zona rossa, ma sembra che alcuni connazionali riescano a fatica a seguire alcune delle regole basilari per provare a superare ed arginare la diffusione del Covid-19. Restare a casa è, soprattutto per i più giovani, un consiglio che si fatica a seguire e Ornella Vanoni, intervenuta durante la trasmissione radiofonica Un giorno da pecora, ha espresso tutto il suo rammarico per le immagini mandate in onda negli ultimi giorni che mostrano i giovani nei bar sui Navigli.

I giovani si sentono forti, non credono alla morte. Adesso però è una demenza totale: domenica in tv ho visto tanti giovani ai bar sui Navigli, tutti insieme, tutti abbracciati... - ha commentato la Vanoni che, solo qualche giorno fa, aveva ironizzato sulla situazione con un tweet che ha fatto il giro della rete – . Mi sono veramente incazzata e mi sono detta: 'Così domani sarà un inferno”.

L’artista, che ci ha tenuto a sottolineare come l’idea che il coronavirus possa colpire solo i più anziani sia un’assurdità e sia stata ampiamente smentita dalle notizie degli ultimi giorni, ha confermato che sta seguendo alla lettera i consigli del Governo limitando al massimo ogni uscita. “Si (esco, ndr), ma solo per andare in farmacia e ogni tanto al parco Sempione, vicino casa mia, per portare il mio cagnolino a fare una passeggiata”, ha spiegato la Vanoni che ha proposto una sua personale idea sul modo di arginare il coronavirus.

Io sarei per la chiusura totale, non soltanto di Milano ma per tutta l'Italia”, ha aggiunto l’artista che, dunque, opterebbe per lo stop di un intero Paese e della sue economia per i giorni necessari a debellare in maniera definitiva il coronavirus.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.