Paul McCartney rivela: "Dopo la morte di Linda ho pianto per un anno"

In occasione della mostra di Glasgow dedicata alla carriera fotografica di Linda, l’ex Beatles ha omaggiato la moglie morta a soli 56 anni con un toccante ricordo

Paul McCartney rivela: "Dopo la morte di Linda ho pianto per un anno"

Paul McCartney ricorda con una toccante testimonianza la moglie Linda, scomparsa il 17 aprile 1998 per un cancro al seno a soli 56 anni. In occasione della “The Linda McCartney Retrospective”, una mostra organizzata al Kelvingrove Art Gallery and Museum di Glasgow (dopo aver fatto tappa a Vienna, Seul e Montpellier) che ripercorre la carriera fotografica della moglie, Sir Paul ha rilasciato un’intervista alla BBC nella quale rivela le conseguenze di quel lutto nella sua vita famigliare e professionale.

Dopo la morte di Linda – racconta l’ex Beatles – penso di aver pianto per circa un anno intero, a intermittenza. Quando perdi la persona che ami, ti aspetti di vederla entrare nella stanza, perché sei così abituato a lei... Ho pianto davvero tanto ed era quasi imbarazzante, se non fosse che mi sembrava l’unica cosa da fare”.

Paul McCartney: “Linda se n’è andata come mia madre”

Il cancro al seno di Linda sembra una persecuzione nella famiglia McCartney: la stessa malattia portò via la madre Mary al giovane Paul. In quel periodo, era il 1956, aveva appena 14 anni. In quell'occasione, fu suo padre Jim a mostrare la sua fragilità. “Dopo la morte di mia madre – rivela il cantante – tutti in famiglia cercavano di darsi un contegno, poi una sera ho sentito mio padre singhiozzare nella camera accanto ed è stato tragico, perché non lo avevo mai sentito piangere in vita mia”.

L’incontro con Linda è stato decisivo nella sua esistenza. Era il 15 maggio 1967 e la Eastman (questo il suo cognome da nubile) vide per la prima volta McCartney durante un concerto di Georgie Fame al club Bag O’Nails. Quando si rividero al launch party di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band a casa di Brian Epstein, capirono di amarsi. Linda è stata una delle fotografe più significative della sua epoca: nel 1968 è stata la prima donna ad avere una sua foto, con uno scatto di Eric Clapton, pubblicata sulla copertina del magazine Rolling Stone.

Oggi la sua eredità è portata avanti dalle figlie Stella e Mary. “Tutta la famiglia ama rendere onore al lavoro di Linda – spiega Paul – e a lei sarebbe piaciuto tutto questo, perché adorava Glasgow e adorava la Scozia, che ci ha dato molti bei ricordi, un sacco di libertà e tanti momenti felici”. “Attraverso queste immagini – conclude la figlia Stella – si può incontrare la vera mamma che ho conosciuto e si può vedere tutto il suo grande talento e la sua enorme passione per l’arte e la fotografia. La Scozia era uno dei suoi posti preferiti ed è per questo che molte foto sono state scattate lì”.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti