"Pavarotti è nel cuore ma ora mi risposo": Nicoletta Mantovani a nozze dopo il colpo di fulmine

La vedova del tenore Luciano Pavarotti ha svelato, a sorpresa, di essersi innamorata perdutamente di un dirigente d'azienda e che, dopo soli nove mesi di passione, ha deciso di convolare a nozze

"È stato il lockdown a farci capire di essere fatti l’uno per l’altra", così Nicoletta Mantovani ha svelato, in esclusiva al settimanale Chi, di essere pronta a sposarsi con il suo nuovo compagno, Alberto, conosciuto soltanto nove mesi fa. La vedova di Luciano Pavarotti ha sorpreso tutti e con un gran colpo di maestro ha confessato di esser pronta al secondo "sì" della sua vita.

Sono passati ormai tredici anni dalla scomparsa di Luciano Pavarotti, il tenore italiano più grande di tutti i tempi. La storia d'amore con Nicoletta Mantovani, annunciata nel 1996 proprio dalla rivista Chi, scosse l'opinione pubblica per la differenza di età tra Pavarotti e la sua compagna: lui 61 anni, lei appena 27. Questo non fermò, però, il loro amore che si concretizzò con il matrimonio nel 2003, interrotto quattro anni dopo solo dalla morte prematura del cantante lirico.

Oggi a distanza di tredici anni Nicoletta Mantovani ha ritrovato il sorriso accanto a un nuovo compagno, Alberto, dirigente d'azienda conosciuto a un evento grazie alla complicità di un'amica in comune che li ha presentati. "È stato subito amore - ha raccontato Nicoletta Mantovani ad Alfonso Signorini - e siamo tanto felici. Non avevamo motivo di sposarci, se non per una voglia matta di farlo. Abbiamo deciso di farlo in chiesa perché per me, da credente, era importante dichiarare il nostro amore davanti al Signore. Lo faremo a Bologna in settembre, in una chiesa speciale per me, piena di significato".

Nicoletta Mantovani è dunque pronta a una nuova vita e alle seconda nozze. Ma senza dimenticare però Luciano Pavarotti, una parte importante del suo passato e dalla sua gioventù: "Luciano rimarrà sempre una persona importante della mia vita e continuerò a seguirne la memoria, come merita un grande artista come lui. Ma come mi ricordava sempre Luciano, la vita va vissuta in ogni istante al massimo, cercando sempre di avere il sorriso, e Alberto mi fa rivivere una grande gioia. Il nostro è un amore profondo, una vera magia".

SOLO SU “CHI”: NICOLETTA MANTOVANI, VEDOVA DEL TENORE LUCIANO PAVAROTTI, CONFESSA: «MI SONO INNAMORATA E A SETTEMBRE MI SPOSO» - Nicoletta Mantovani, vedova del grande tenore Luciano Pavarotti, ha fatto al direttore di “Chi” Alfonso Signorini, suo amico da 25 anni una clamorosa confessione: a settembre si sposerà con Alberto, il suo nuovo compagno , dirigente d’azienda, cui è legata da circa 9 mesi. «Ci ha fatto conoscere una comune amica ed è stato subito amore», ha raccontato Nicoletta Mantovani ad Alfonso Signorini (che fu il primo nel 1996 a svelare al mondo con un clamoroso scoop la storia d’amore tra Pavarotti e la Mantovani) in una lunga intervista esclusiva pubblicata sul numero di “Chi” in edicola da mercoledì 12 agosto. «Poi il lockdown ci ha fatto capire di essere fatti l’uno per l’altra». «Siamo tanto felici», spiega Nicoletta Mantovani « Non avevamo motivo di sposarci, se non per una voglia matta di farlo. Abbiamo deciso di farlo in chiesa, perché per me, da credente era importante dichiarare il nostro amore davanti al Signore. Lo faremo a Bologna in settembre, in una chiesa speciale per me, piena di significato». E parlando della memoria del celebre marito, Nicoletta Mantovani afferma: «Luciano rimarrà sempre una persona importante della mia vita e continuerò a seguirne la memoria, come merita un grande artista come lui. Ma come mi ricordava sempre Luciano, la vita va vissuta in ogni istante al massimo, cercando sempre di avere il sorriso, e Alberto mi fa rivivere una grande gioia. Il nostro è un amore profondo, una vera magia». • • • • #nicolettamantovani #solosuChi #esclusivo #lucianopavarotti #pavarotti #nicolettamantovanipavarotti #chimagazineit

Un post condiviso da (@chimagazineit) in data:

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Iacobellig

Mer, 12/08/2020 - 11:50

Un po’ di vergogna non guasterebbe. Prima i poi l’indole vera esce sempre fuori quando meno te l’aspetti!