Piero Angela torna a 93 anni: "Parlerò di sesso e amore"

Il divulgatore scientifico torna alla guida di Superquark+ nella versione streaming. Punterà sulla "scienza dell'amore"

Piero Angela torna a 93 anni: "Parlerò di sesso e amore"

Superquark, una delle trasmissione più longeve e seguite della Rai, torna in versione digitale e lo fa puntando tutto su sesso e amore, in ogni sua forma. Alla soglia dei 93 anni Piero Angela ritorna alla guida del suo programma di intrattenimento scientifico - Superquark+ su RaiPlay - in una versione decisamente non convenzionale con una serie di puntate dedicate a "La scienza dell'amore".

Un viaggio a 360 gradi nella sessualità: dall'attrazione all'innamoramento, dalla scelta del partner al piacere, dal tradimento alla procreazione. Il tutto in doppia chiave di lettura, avverte Angela: "Tutto quello che diremo nelle puntate vale per le coppie eterosessuali come per quelle omosessuali. Le caratteristiche dell'amore, dunque i sentimenti e le paure, la gelosia, la voglia di vivere insieme e di avere figli, sono uguali".

Non sorprende che le puntate disponibili sulla piattaforma di Raiplay abbiano già riscosso ampio successo soprattutto tra i giovani. Tanto meno che a parlare di sesso sia lui, che è pronto a svelare i segreti dei rapporti di coppia a partire dal piacere sessuale, che Piero Angela definisce "miele che l'evoluzione ha messo sull'atto per assicurare la riproduzione. Senza quello la Terra sarebbe deserta". Intervistato dal Corriere della Sera, Piero Angela ha offerto assaggi di quanto trattato nella versione web del suo pogramma, anche negli aspetti più semplici come il colpo di fulmine: "L'attrazione è fortissima all'inizio ma quanto può durare? Sei mesi? Un anno o due? Le statistiche dimostrano che durano di più i matrimoni in cui si condividono classe sociale, interessi, valori, gusti". Rispetto, stima e tolleranza rimangono, per il conduttore e giornalista, la base più solida per portare avanti una relazione.

Un viaggio tra amore e sesso, quello portato avanti in Superquark+, nel quale Piero Angela non si limita solo a informare, ma anche a lanciare qualche stoccata: "Il coitus interruptus, la marcia indietro, è responsabile del 20% delle gravidanze. Il problema è che i giovani oggi si informano sul web, non parlano con i genitori". E sulla paternità il richiamo alla società moderna è inevitabile: "Come dicevano i latini, mater semper certa non la paternità, la sua certezza ha avuto un'importanza fondamentale nella condizione femminile". Tematiche e argomenti che sono pronti a offrire sempre nuovi spunti di riflessione.

Commenti