Spettacoli

"Possibile essere diventati così cafoni?". Lo sfogo di Christian De Sica

Christian De Sica al fulmicotone sui social contro chi, sui social, pubblica contenuti tutti uguali allo solo scopo di apparire

"Possibile essere diventati così cafoni?". Lo sfogo di Christian De Sica

Christian De Sica non è uno di quelli che sui social è solito sollevare polemiche. Non è nemmeno annoverabile tra i personaggi famosi che trascorrono gran parte del loro tempo sui social a commentare e a lamentarsi. Tuttavia, quando uno degli attori italiani più importanti, che appartiene a una delle dinastie cinematografiche più celebri del nostro Paese, alza la voce sui social, fa molto rumore. E così è stato con l'ultimo post condiviso dall'attore, che sembra aver raggiunto il limite nel vedere sempre il solito tipo di post e di immagini da parte dei suoi contatti e non. E così, invece di limitarsi a commentare il fatto con le persone presenti con lui, ha voluto condividere la sua riflessione pubblicamente, sollevando un vespaio di polemiche ma raccogliendo anche molti consensi.

A essere finita nel mirino di Christian De Sica è soprattutto la smania di apparire a tutti i costi, il desiderio di mettersi in mostra per ricevere quanti più like possibili. "Ma certe persone non si so rotte le palle di pubblicare quello che mangiano, mentre ballano abbracciati e poi si odiano, le panoramiche delle discoteche tutte uguali, i tuffi dai motoscafi di lusso comprati facendo i tuffi?", scrive Christian De Sica. Uno sfogo che trova molte persone d'accordo, ma altre meno. In tanti, infatti, invitano l'attore a non guardare i social se quello che vede non gli piace e rivendicano il diritto di mostrare e ostentare le loro vacanze. Ma è la conclusione ad aver fatto storcere il naso a molti: "E basta. Ma possibile essere diventati così cafoni?".

Sull'appellativo di "cafoni" in molti si sono opposti, proprio perché Christian De Sica nei cinepanettoni ha spesso fatto la caricatura dell'uomo medio italiano. Tuttavia, non si può non dare ragione a Christian De Sica quando parla di contenuti "tutti uguali". Si è arrivati a un punto in cui è difficile riconoscere le foto e i video, perché in questo momento storico si tende a uniformarsi più che a distinguersi. I giovani cercano di emulare i loro beniamini anche se non ne hanno le possibilità economiche. Christian De Sica non è l'unico che finora ha denunciato la realtà di plastica dei social ma difficilmente ci sarà a breve un inversione di tendenza in tal senso.

Commenti