Harry scatena il panico: "Ho scritto un libro-verità"

Il principe Harry sta per infrangere un altro limite, un’altra regola della Firm, dando alle stampe un memoriale "esplosivo" sulla sua vita a corte

Harry scatena il panico a corte: "Ho scritto un libro-verità"

Il principe Harry senza freni? Una mina vagante per i Windsor? Sembrerebbe proprio di sì, almeno stando all’indiscrezione bomba lanciata da Page Six. Se pensavate che dopo l’intervista con Oprah Winfrey e tutte le altre dichiarazioni poco edificanti sulla famiglia reale il duca di Sussex avesse esaurito le sue riserve di rivelazioni scandalose, dovrete ricredervi. Il principe avrebbe già pronto un memoriale scottante sui suoi anni a corte.

Un libro “esplosivo”

Il principe Harry, scrive Page Six, starebbe per pubblicare “il libro più esplosivo del decennio”, al cui confronto l’intervista con Oprah sarebbe stata una chiacchierata e la biografia “Finding Freedom” un’opera di intrattenimento. Il duca di Sussex vorrebbe vuotare il sacco (di nuovo) e addirittura avrebbe già venduto i diritti della sua opera alla casa editrice più importante d’America, la Penguin Random House. Quindi sarebbe solo questione di tempo prima che il libro finisca sugli scaffali di tutte le librerie del pianeta. Una data precisa per la pubblicazione non c’è ancora, ma pare che la fatica letteraria del principe vedrà la luce alla fine del 2022.

Stando alle voci il principe Harry avrebbe lavorato al libro, di cui non abbiamo ancora il titolo, circondato dal massimo riserbo per circa un anno. Occorre precisare, però, che il duca ha solo (si fa per dire) firmato l’opera e raccontato i fatti più segreti della sua vita, ma non ha materialmente scritto l’opera. A quanto risulta si sarebbe servito di un ghostwriter di tutto rispetto, ovvero il premio Pulitzer J.R. Moehringer, specializzato in biografie di personaggi famosi. Il principe Harry avrebbe dovuto consegnare il volume ultimato ad agosto 2021 ma, complice la nascita di Lilibet Diana e tutti gli eventi che lo hanno coinvolto in quest’ultimo periodo, le memorie arriveranno nelle mani dell’editore non prima del prossimo ottobre.

“Ho indossato molti cappelli”

Il principe Harry ha confermato l’esistenza del libro con una nota ufficiale in cui ha spiegato: “Ho scritto questo libro non da principe, quale sono nato, ma da uomo, quale sono diventato. Ho indossato molti cappelli nel corso degli anni, sia in senso letterale che figurato. La mia speranza è che nel raccontare la mia storia, gli alti e bassi, gli errori, le lezioni apprese, possa aiutare a dimostrare che non importa da dove veniamo, abbiamo più cose in comune di quanto pensiamo. Sono profondamente grato per l’opportunità di condividere ciò che ho imparato nel corso della mia vita finora ed entusiasta che le persone leggano un resoconto di prima mano della mia vita accurato e del tutto veritiero”.

Anche l’editore ha scritto una nota al libro, visionata in anteprima da Page Six: “Un ricordo intimo di una delle figure globali più affascinanti e influenti del nostro tempo” e ha aggiunto: “Il principe Harry condividerà, per la prima volta, il resoconto definitivo delle esperienze, avventure, perdite e lezioni di vita che hanno contribuito a plasmarlo”. Il principe Harry, specifica ancora l’editore, racconterà la sua storia “dall’infanzia fino ai giorni nostri, dall’esperienza in Afghanistan a quella di marito e padre”.

Panico a corte

Page Six scrive che “gli addetti ai lavori si chiedono già quanto Harry, nella sua autobiografia, sia sceso nel dettaglio sulle questioni più spinose” della sua vita e della sua famiglia. Naturalmente il fatto che il duca abbia deciso di farci entrare nelle stanze più inaccessibili di Buckingham Palace e di Kensington Palace non significa che il suo racconto sarà la verità assoluta. Al contrario, molto probabilmente leggeremo la sua versione dei fatti a cui la royal family potrebbe decidere di replicare nel modo più netto e preciso possibile.

A proposito delle reazioni dei Windsor, sempre Page Six ci informa che il principe Carlo sarebbe rimasto “sorpreso” dalla notizia della prossima pubblicazione del memoriale del suo secondogenito. In famiglia nessuno avrebbe saputo niente prima dell’annuncio e, sostiene ancora il giornale, “a corte si è scatenato il caos”. La royal family sarebbe molto preoccupata dagli aneddoti contenuti nel libro. Se il principe Harry sperava di riavvicinarsi alla famiglia, ha davvero sbagliato tattica. Questo memoriale potrebbe perfino diventare un boomerang per la sua reputazione e per la sua credibilità già non molto solide. Staremo a vedere.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti