"Racconto la montagna a passo d'uomo"

Il conduttore televisivo nel nuovo libro ci porta in un viaggio dell'anima

"Racconto la montagna a passo d'uomo"

«Mi sento al 70% conduttore e al 30% scrittore». Massimiliano Ossini, volto Rai e esperto di montagna, ha appena pubblicato un nuovo libro, Kalipè-A passo d'uomo (RaiLibri), terzo volume di una trilogia centrata su ambiente, natura, benessere. Storia di un'autobiografica discesa dal Monte Bianco, seguendo il corso dell'acqua fino al mare, durante cui l'autore ha raccolto storie emblematiche, «pronte a regalare al lettore un cambio di prospettiva». Un filone che anche in libreria trova il suo riscontro. «Ho notato interesse da parte dei lettori verso temi come l'ascolto, il silenzio, la gratitudine, il fermarsi».

Quando ha scritto questo testo?

«Nel mio personale post Covid (ndr ha contratto l'infezione a settembre 2020). Ho cercato di mettere in luce come i nostri buoni propositi di uscire dalla pandemia migliori si siano infranti. Avremmo potuto sfruttare di più questa occasione ».

Nel testo si sottolinea spesso il potenziale del cambiamento.

«Ho cercato di raccontarlo attraverso un racconto emblematico. L'acqua che parte dalla Val d'Aosta durante il suo percorso a valle fluisce, si trasforma. Se incontra un ostacolo trova una strategia per superarlo, modificando il suo corso».

Utile anche per affrontare il difficile mondo della tv?

«Questo modo di pensare l'ho acquisito proprio grazie ai programmi che ho condotto in questi anni. Linea Bianca, per esempio, mi ha dato modo di passare molto tempo in montagna. Prima di allora ero uno che voleva tutto e subito, ero smanioso di girare in tempi stabiliti da me. Invece certi luoghi ti insegnano che è la natura a comandare».

E alla sua dimensione di conduttore come applica questo?

«Sono contrario ai prezzemolini, non sono un tuttologo. Quando vado in qualche trasmissione lo faccio per parlare di temi a me vicini: ambiente, alimentazione, natura. Oggi ci troviamo immersi in una perenne corsa verso il fare. Sono più per la tv di una volta».

A proposito, in tv avrà un inverno denso di impegni e novità.

I primi di dicembre ripartirò con Linea Bianca su Rai1 che sarà ricca di novità sul mondo della montagna».

Sempre a dicembre, condurrà Kalipè- A passo d'uomo (come il libro) su Rai2.

«Ne sono ideatore, è un programma con l'accento sulla divulgazione. Parlerà di territorio, ambiente, montagna, mare, collina, città e ambiente a 360 gradi. In prima linea strategie per risolvere problematiche come cambiamento climatico, deforestazione, smog, protezione della fauna marina. Mi emoziona, perché è un'idea che considero figlia dei miei libri».

Commenti