Revenge porn, Guendalina Tavassi choc: "Mi hanno rubato video intimi dal cellulare"

L'ex gieffina è apparsa sui social in lacrime per denunciare l'hackeraggio del suo telefonino dove erano salvati video e foto private, che ora potrebbero essere diffusi illegalmente

"Ragazzi aiutatemi vi prego. Chiunque stia facendo circolare quei video sappia che c'è una denuncia in corso", sono le prime parole che Guendalina Tavassi ha pubblicato sul suo profilo Instagram per denunciare l'accaduto. Con le lacrime agli occhi e la voce rotta dalla disperazione l'ex gieffina ha raccontato di essere stata vittima di un furto di materiale video e fotografico privato salvato sul suo telefonino.

Guendalina Tavassi, nota per aver partecipato all'undicesima edizione del Grande Fratello, ha denunciato l'accaduto attraverso le storie del suo profilo Instagram: "Io e Umberto (il marito, ndr) abbiamo scoperto che hanno rubato il mio ICoud e hanno rubato video e foto private che erano salvate sul mio telefonino. Sono cose private, cose personali fatte con mio marito che tutti noi facciamo con i nostri compagni e dovrebbero rimanere private". Secondo il racconto social fatto da Guendalina Tavassi sconosciuti hanno violato il sistema di archiviazione dati del suo IPhone, sottraendole materiale privato. Tra questi, oltre alle foto personali, anche alcuni video intimi, che l'ex gieffina ha girato insieme al marito tra le mura domestiche.

La Tavassi ha immediatamente denunciato l'accaduto ai carabinieri ma l'episodio, gravissimo, va oltre il semplice furto di dati. Se il materiale privato venisse condiviso o fatto circolare sul web o attraverso chat di Telegram e WhatsApp si profilerebbe il reato di revenge porn, che è severamente punito dal codice penale. "Chiunque abbia divulgato questi video - ha proseguito su Instagram Guendalina Tavassi - verrà denunciato e anche su whatsapp sappiate che sta vedendo un filmato che è una violazione guardarlo, anche solo tenerlo nel telefono. È uno schifo. Mi vedete sempre forte, sempre solare e sorridente, ma purtroppo queste cose toccando anche me, perché purtroppo sono una mamma, anche io rido, scherzo e faccio la cretina, ma queste cose sono gravi. È orribile viverlo in prima persona".

La sottrazione e la diffusione di materiale privato e intimo è un reato che si sta diffondendo a macchia d'olio. Sono sempre di più le persone, nella maggior parte dei casi donne, vittime del revenge porn. Anche personaggi famosi. Le ultime in ordine di tempo a essere finite nel mirino dei malviventi sono state Ilary Blasi e la figlia Chanel e Diletta Leotta e Wanda Nara.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

buonaparte

Dom, 22/11/2020 - 13:28

tutto fatto apposta per andare da barbarella a racimolare un po di soldi..ahahah..