Riki, basta polemiche social. E parte la carriera all'estero

Riki è uno dei golden boy della nuova generazione della musica italiana

Riki, basta polemiche social. E parte la carriera all'estero

Riki è uno dei golden boy della nuova generazione della musica italiana. Ha vinto ad Amici 16 il circuito canto e si è piazzato al secondo posto. Dopo il successo dei suoi primi due dischi "Perdo le parole", "Mania" del 2017 e l’album dal vivo “Live & Summer Mania”, Riki pensa in grande. Il cantante ha annunciato sui social un po' di importanti novità che riguardano la sua carriera: "In questi giorni io e la mia squadra ci troviamo a pensare al mercato internazionale e stiamo programmando collaborazioni enormi. Tanta passione e voglia di fare, tanto studio e lavoro ci permetteranno poi di organizzare il nostro primo tour mondiale. Niente Sanremo come leggo in giro e niente dischi prima dell’estate. Sono carichissimo e voglio lasciare un piccolo segno non solo in Italia, ma ovunque. Tutto questo lo faremo insieme e credetemi che aspettare ne varrà la pena". Quindi niente Festival di Sanremo, ma sì alla carriera internazionale. Per vedere Riki Live in Italia bisognerà aspettare ben due anni per i due concerti- evento del 2020: il 22 febbraio al MediolanumForum di Assago (Milano) e il 28 febbraio al Palazzo dello sport di Roma. E' la seconda volta al Forum dopo il sold out dello scorso 13 aprile. Riki intanto è reduce dal concerto del 7 dicembre, davanti a oltre 20 mila spettatori ospite della popolarissima band statunitense di musica latino-americana CNCO all’Ippodromo Palermo di Buenos Aires.

Insomma Riki sembra aver recuperato energie, dopo un periodo intenso promozionale durato due anni e qualche polemica social. A Vanity Fair aveva dichiarato, nel mese di giugno: "Prima da fan vedevo solo la parte bella della fama, non capivo, ora sì: devi proteggerti e avere la testa per gestire le forze". Questa estate il cantante è stato al centro di alcune polemiche social. Senza peli sulla lingua, senza filtri e con estrema sincerità Riki a giugno ha dichiarato: "In realtà non voglio fare nessun evento se non piazza del duomo perché mi sono rotto il c***o. In questi due giorni non sono riuscito a provare, ho ancora l’influenza e domani non sarò all’Arena di Verona (per i Wind Music Awards, ndr)". I profili social poi sono stati oscurati momentaneamente, con il manager dell’artista, Francesco Facchinetti, che ha spiegato: "Il profilo di Riki non è stato hackerato, è offline perché deve staccare un attimo e ha bisogno di riposo". Poi Riki si è presentato lo stesso ai Wind Music Awards per ritirare il premio. A luglio in occasione del concerto al Teatro Antico di Taormina, Riki aveva scritto sui social. "Oggi non ci permettono di mettere il nostro merchandising. Gli abusivi avranno scritto “Merchandising Ufficiale” vendendo roba di merda. Non comprate nulla. Purtroppo anche questo è il Sud Italia". Apriti cielo. Sulla frase sul Sud Italia si sono scatenate le polemiche social. Poi la rettifica doverosa: "Non ho mai detto che ce l'ho con il Sud Italia, quando siamo qui ci sono delle persone meravigliose, facciamo i concerti più belli, c'è un sacco di amore, è proprio perché queste persone non si meritano di essere rappresentate da delle teste di c***o come in questo caso che fanno di tutto per truffare. (...) Nulla contro le persone, se qualcuno si è offeso non era mia intenzione già a priori, ce l'avevo solo con il fatto che ci rimettiamo sempre noi italiani per delle persone che sono tremende, con dei posti del genere".

Ad agosto ha risposto a qualche fan per qualche critica di troppo: "Sì, però basta ragazze! Godetevi le vacanze! Venivo da due mesi di instore e concerti che tradotti vogliono dire: viaggi, mangiare, viaggi, mangiare e ancora viaggi. A settembre mi fermo e faccio contenti tutti. Gestisco le mie due aziende, vado a correre e faccio palestra. Piantatela di essere così assatanate! Ringrazio comunque il mio metabolismo che con la vita che ho fatto sto fin troppo bene!". Poi una lunga pausa anche dai social, tanta musica, le vacanze a Santorini e l'apertura della carriera internazionale. Cosa accadrà ora? Presto per dirlo, ma oltre alla dialettica, il cantante ha dalla sua una ampia visione sul suo percorso artistico dal merchandising, alla grafica del disco fino alle scelte artistiche. Una grande scommessa per lui e per l'Italia, che all'estero vanta successi planetari di artisti del calibro di Laura Pausini, fresca vincitrice ai Latin Grammy.

Commenti