Rita Dalla Chiesa choc: "È peccato mortale volere l'estinzione dei cinesi?"

Frase choc di Rita Dalla Chiesa su Twitter, dove nel commentare un festival di carne di cane si è lasciata andare a un duro sfogo contro i cinesi, che secondo lei dovrebbero estinguersi

Rita Dalla Chiesa sposa da sempre la causa animalista. I suoi social sono un susseguirsi di post e di richieste d'aiuto per cani abbandonati in tutta Italia. Un impegno nobile che forse trascinata dalla rabbia per una notizia letta sul web, si è lasciata andare a dichiarazioni particolarmente forti contro i cinesi. Rita Dalla Chiesa non cerca il consenso facile sui social, anzi, non sono rare sue forti esternazioni contrarie al politically correct che va tanto di moda nel nostro Paese e questo non le risparmia, il più delle volte, critiche e insulti. Nonostante questo, Rita Dalla Chiesa non si fa piegare dalla morale comune e tira dritta senza cedere a facili perbenismi.

L'ex conduttrice di Forum, oggi opinionista Rai, non usa mezzi termini quando difende i suoi amati cani e animali in genere sui social. Le storie sui maltrattamenti sono spesso al centro delle discussioni intraprese da Rita Dalla Chiesa su Twitter, social nel quale la giornalista è maggiormente attiva. La frase che in queste ore sta creando maggiore polemica contro la figlia del generale Dalla Chiesa nasce da una notizia letta e ripresa da Rita, inerente il Festival della carne di cane di Yulin. Questa è una delle manifestazioni tipiche in Cina, dove nonostante ci siano state tantissime rimostranze internazionali per interrompere queste pratiche, si continuano a svolgere eventi di questo tipo. "È peccato mortale volere l'estinzione del popolo cinese?", esclama senza controllo Rita Dalla Chiesa, che con tantissimi punti interrogativi rafforza il suo pensiero.

Tantissime le critiche piovute addosso alla conduttrice. "Gli indiani dovrebbero volere la stessa cosa di noi, perché mangiamo le mucche, e gli arabi lo stesso perché mangiamo i maiali. Abbia pazienza, ma certe affermazioni sarebbe meglio evitarle. Ha visto mai un allevamento intensivo di animali che mangiamo noi? Siamo tutti colpevoli", le fa notare un utente. Non è l'unico che trova della discrasia nelle parole di Rita Dalla Chiesa, che nello slancio protettivo verso gli animali chiede l'estinzione di un intero popolo. "Lo è sì. Tra un cane e un uomo è un filo più grave pensare di ammazzare un uomo. Comunque questa è ipocrisia occidentale. La carne la mangiamo anche noi. E gli animali che mangiamo noi non vengono trattati con i guanti. Dunque dobbiamo solo stare zitti", le fa notare un altro utente. "Augurare l'estinzione di un miliardo e mezzo di persone (incluse donne e bambini) le sembra meno crudele di organizzare il festival della carne?", le fa notare un altro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lorenzovan

Lun, 22/06/2020 - 13:24

con il Briatore e la Zanicchi ..rappresenta la punta di lancia del destropensiero...lolololol..e lo sfruttamento mediatico delle antiche qualita'..proprie o dei parenti

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 22/06/2020 - 14:00

Premesso il mio imbarazzo dato che mangio il pollo, il pesce, la carne bovina e suina, aggiungo che solo l'idea di mangiare carne di cane come in Cina mi fa rabbrividire, così come mi fa inkazzare la mattanza di cetacei da parte dei pescatore norvegesi e giapponesi, e tuttavia considero anche un'usanza primitiva e ingiustificabile la strage degli agnelli a Pasqua. Detto questo ritengo opportuno tener per me le considerazioni nei confronti di cinesi, norvegesi, giapponesi e cristiani. La Sig.ra Dalla Chiesa, che è un personaggio pubblico, farebbe bene a fare altrettanto tanto più che tale dichiarazioni "fuori dalle righe" non giovano alla causa.

ulio1974

Lun, 22/06/2020 - 14:11

chissà se la Dalla Chiesa si sia mai chiesta cosa dicono di noi gli indiani che macelliamo e mangiamo i bovini, vitellini di pochi mesi compresi.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Lun, 22/06/2020 - 15:29

La Dalla Chiesa studi piuttosto la Storia. Quella italiana contemporanea. E taccia.

ValdoValdese

Lun, 22/06/2020 - 18:15

I cinesi lavorano e producono, pagano i biglietti di treni e autobus e non chiedono elemosina nelle strade né pizzo nei parcheggi, sono insomma persone molto dignitose; lo stesso non si può dire purtroppo degli africani...

Ritratto di Cali85

Cali85

Lun, 22/06/2020 - 18:48

Ritengo la Sig.ra Dalla Chiesa una persona equilibrata e di buon senso peccato però che non conosca il detto : "Un bel tacer non fu mai scritto" !! Ma lo sa che se va in Brasile e dice che ha mangiato coniglio o cavallo le danno della Cannibale ? Chiaro che anche a me fa senso pensare di mangiare carne di cane ma, da quando mi sono beccato del Cannibale, ho capito che le cose vanno sempre viste da più lati !

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/06/2020 - 20:02

@lorenzovan - guarda prima a casa tua, che cìè molto pèiù marcio. Comincia dalal casa del popolo per finire al cenrto sociale. Incamminati, vai, comunista.