La Rowling ci riprova con la magia del fantasy

di David Yates con Eddie Redmayne, Katherine Waterston, Colin Farrell

J.K. Rowling vuol ripetere, anche come sceneggiatrice cinematografica, il successo di Harry Potter. Non dà un seguito alla storia del maghetto, ampiamente conclusa, ma con l'escamotage di Animali Fantastici e Dove Trovarli (era il libro di testo studiato dagli studenti di Hogwarts), l'autrice cerca di sbancare anche al botteghino. Siamo nel 1926, anno nel quale si immagina che l'autore di quel volume, Newt Scamander (perfetto Eddie Redmayne nella parte) sbarca a New York con la sua valigia piena di animali magici (entrando in essa, si apre un passaggio verso questo luogo dove vivono le particolari creature, in habitat diversi). Un incontro fortuito con il No-Mag (è l'equivalente americano dei Babbani) Jacob (Dan Fogler) e il classico scambio di oggetti, porterà alla fuga di tre di queste strane specie, che creeranno caos nella Grande Mela, già alle prese con misteriosi accadimenti oscuri. L'ex Auror Tina Goldstein (Katherine Waterston), messa in quarantena dal suo ruolo di agente della sicurezza, prima gli dà la caccia, poi si allea con lui per contrastare l'enigmatico Percival (convincente Colin Farrell), Direttore della Sicurezza del Mondo Magico. Ottimo il 3D che esalta una pellicola a misura di famiglia. La lunghezza penalizza equilibrio e curva di interesse, però, il risultato, per certi versi, supera, in fantasia e fascino, la saga di Potter. Annunciati cinque episodi e nel secondo entrerà in scena un famoso divo, qui presente con un suggestivo cameo.

Commenti