Lo stalker della Ferilli ora chiede scusa

Sabrina Ferilli, attrice romana di successo, aveva ottenuto un'ordinanza restrittiva nei confronti dell'uomo che da dieci anni la persuguitava. Ora l'uomo interrogato dagli inquirenti avrebbe chiesto perdono all'attrice

Lo stalker della Ferilli ora chiede scusa

E' un vedovo di 68 anni, lo stalker dell'attrice romana Sabrina Ferilli, che da dieci anni la perseguita rendendole la vita impossibile, al punto tale da obbligare l'attrice a sporgere denuncia contro di lui, che addirittura era a conoscenza di informazioni personali della Ferilli.

Carlo Neri, 68 anni residente a Onano nel viterbese, avrebbe chiesto scusa alla bella Ferilli, come riferisce il sito Tusciaweb.eu. Stando a quanto riferito dai suoi legali Enrico Valentini e Samuele De Santis, l'uomo si sarebbe mostrato addolorato per quanto accaduto, dopo essere stato interrogato dal pubblico ministero Francesca Cento e dal gip Alessandro Arturi del tribunale di Roma.

“Gli episodi cui fa riferimento l’ordinanza che dispone la misura cautelare vanno ridimensionati. Nel corso dell’interrogatorio, sono emerse tutta la fragilità e la debolezza del nostro assistito. Non ha fatto che chiedere scusa ai magistrati. E’ assolutamente una persona buona, innocua, mite, non violenta, un attore e uno scrittore di opere teatrali. Prova ne sia che la stessa Ferilli lo ha denunciato soltanto dopo cinque anni. Non ha mai avuto condotte violente nei suoi confronti”, avrebbe dichiarato l'avvocato Valentini, aggiungendo inoltre che il suo assistito avrebbe conosciuto l'attrice de "La Grande Bellezza" nel 2009 e che la sua intenzione sarebbe stata solo quella di farle leggere i copioni delle piece teatrali da lui scritte: “Neri voleva soltanto che la Ferilli si interessasse alle sue pièce, ai suoi lavori teatrali, ma lei rimandava l’esame dei copioni" .

“Non è mai stato uno stalker violento, ha capito però di essere stato petulante e inopportuno e d’ora in poi non le darà più fastidio”, conclude infine il legale di Neri, che si dice pronto a chiedere una perizia psichiatrica per il suo assistito, qualora ce ne fosse bisogno.

Per ora sappiamo che il gip di Roma Alessandro Arturi ha disposto per Carlo Neri il divieto di avvicinamento nel raggio di 500 metri non solo dall’attrice, ma anche dal suo staff e dai familiari, la cui quotidianità era divenuta difficile da portare avanti con serenità.

Segui già la nuova pagina gossip de Il Giornale.it?

Autore

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento