Salta Milly Carlucci e arriva Montalbano: ecco perché

La Rai ha modificato i palinsesti per lasciar spazio all'informazione dal fronte ucraino: dopo Doc nelle tue mani stop anche a Il cantante mascherato

Salta Milly Carlucci e arriva Montalbano: ecco perché

La guerra in Ucraina ci coinvolge da vicino. Si sta combattendo nel cuore dell'Europa, a poco più di un'ora d'aereo da Milano. Le truppe russe hanno l'obiettivo di conquistare Kiev, capitale europea, e sono già centinaia i morti sul campo, anche tra i civili. Da decenni la Nato e l'Unione europea non vivevano un momento così buio e la risposta, sebbene non muscolosa per tentare di non incendiare ulteriormente il conflitto, è compatta. Anche nel nostro Paese l'allerta è massima, si respira un clima di paura e di tensione le cui sensazioni stavano svanendo nella memoria. Anche per questo motivo, la televisione italiana ha deciso di adeguarsi al momento critico e di modificare i suoi palinsesti.

I principali network hanno deciso di dare maggior spazio all'informazione durante questi giorni di forte crisi. Mediaset, nella giornata di ieri, ha affidato a Nicola Porro la copertura del conflitto in Ucraina con un'edizione straordinaria pomeridiana di Quarta Repubblica, mentre la Rai sta inserendo nel suo palinsesto del primo canale numerose edizioni straordinarie del Tg1 per garantire un'informazione ottimale ai suoi telespettatori. Nella serata di ieri, giovedì 24 febbraio, è stato annullato l'appuntamento con Doc nelle tue mani per mandare in onda uno speciale del Tg1 per seguire gli sviluppi sulla guerra in Ucraina e una scelta simile verrà fatta oggi, venerdì 25 febbraio.

La televisione di Stato, infatti, ha deciso di non mandare in onda la puntata de Il cantante mascherato, programma del venerdì sera di Rai1, sostituendolo con una replica della saga de Il commissario Montalbano. Verrà mandato in onda l'episodio intitolato Un covo di vipere. Tante le lamentele da parte del pubblico che chiedono si continui con l'intrattenimento e con la leggerezza, nonostante stiano soffiando i venti di guerra. In più, sono molti quelli che non capiscono la sostituzione di un programma come Il cantante mascherato con un film per la tv, visto che non si tratta di una trasmissione di approfondimento sulla guerra.

La scelta della Rai, che ha anche preferito non recuperare la puntata di Doc nelle tue mani per mandare in onda una replica del commissaro Montalbano, può essere spiegata da un punto di vista tecnico in modo molto semplice.

In giorni come questi, in cui l'attenzione del mondo è concentrata sull'Ucraina dove gli eventi potrebbero precipitare da un momento all'altro, è presumibile che la tv di Stato preferisca mandare in onda una trasmissione che, se anche venisse interrotta da un'edizione straordinaria del Tg1, non avrebbe conseguenze né sul programma stesso né sulla volontà del pubblico a casa di seguire la trama e/o le dinamiche.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica